Don Ciotti agli studenti di Salerno, “La cultura sveglia coscienze”

“E’ la cultura che dà  la sveglia alle coscienze. Oggi c’è da augurarsi di uscire immuni dal virus ma non dalle responsabilità”. Lo ha detto a Salerno, don Luigi Ciotti, a margine di un incontro presso l’Istituto Superiore Santa Caterina da Siena.
“La cultura è una grande responsabilità  e soprattutto deve essere data insieme all’educazione che è matrice di vita, di cambiamento. Dobbiamo stimolare le nostre coscienze in un momento in cui tocchiamo con mano queste forme di violenza”. Per don Ciotti “c’è un conflitto che dobbiamo fare nostro: il conflitto è con la nostra coscienza. Se siamo svegli qui dentro possiamo portare un contributo al cambiamento. I cambiamenti hanno bisogno di ciascuno di noi e noi dobbiamo essere parte di questo cambiamento”. “A questi ragazzi – ha aggiunto don Ciotti – bisogna dire che la società  ha bisogno di loro perché loro sono intelligenti, dinamici, creativi. C’è bisogno di loro perché il noi che vince. Il noi è un elemento vitale per la società, per la chiesa, per tutti i contesti e le realtà”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *