De Rosa scende in campo per amore della propria città e per un sogno che possa diventare realtà: “Salerno turistica meglio di Rimini”

di Mirko Cantarella

Gennaro De Rosa, volto noto della zona di Torrione, scende in campo accanto al candidato sindaco Antonio Cammarota nella lista “La Nostra Libertà”. Era tra i prescelti anche di altre liste ma quando ha avuto la chiamata di Cammarota non ha avuto dubbi ed attesa nel fatidico si, visto il grande rapporto e di stima reciproca che lega da oltre vent’anni l’ex titolare del Bar Santa Croce e l’avvocato presidente della Commissione Trasparenza in seno al Comune di Salerno. Ancor più che l’amicizia, De Rosa, famoso anche per la sua somiglianza con l’ex centrocampista granata Rino Gattuso (di cui si pregia di avere lo steso nome) è rimasto convinto ed affascinato del programma che le tre liste che appoggiano Cammarota vogliono attuare per un vero rinnovamento per la città. Ora Gennaro lavora in un settore molto vicino ai trasporti ed al turismo ed il suo obiettivo primario è proprio il settore turistico: “Salerno può solo crescere sotto il punto di vista del turismo, serve investire su questo settore per creare anche una moltitudine di posti di lavoro e far entrare economia in città  – commenta De Rosa – Bisognerà ottimizzare innanzitutto la viabilità nelle principali arterie che portano nella zona balneare ed in molti siti turistici e quindi portare avanti il progetto delle “vie del mare”; migliorare i trasporti pubblici proprio per far si che la città diventi un punto d’arrivo per i turisti e non un hub dove poter sostare per andare poi altrove”. Dunque un turismo stanziale e non di passaggio grazie anche al miglioramento dei servizi e anche attrarre investimenti per creare quelle strutture, impianti ricettivi e quelle attrattive che possano consentire tutto ciò. Portando turismo, significa portare economia in città e di conseguenza vantaggi economici per i commercianti, i ristoratori e gli albergatori della nostra città.  Dunque tutto che gira intorno al mare, la vera risorsa di Salerno: “Sogno una Salerno che sappia fare turismo come Rimini e vivere di turismo come la città emiliana – puntualizza De Rosa – anche perché noi per la conformazione naturalistica che abbiamo, per la nostra storia, per le attrattive delle due coste possiamo addirittura fare molto ma molto di più senza essere da meno delle altre città italiane indubbiamente ad oggi più organizzate. Sono convinto che insieme a “La nostra libertà” e ad Antonio Cammarota, se la città di Salerno ci darà fiducia, tutto questo potremo realizzarlo e dando lavoro eviteremo anche la migrazione delle giovani menti salernitane verso altri lidi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *