Marotta: “Il silenzio dei colleghi che si accontentano dei pochi tavoli fuori è vergognoso!”

di Mirko Cantarella

Sono in molti ad aver definito la scelta del Governo di continuare in questo inutile e forse anche anticostituzionale coprifuoco come insensata e scellerata. Il mondo della ristorazione è ancora una volta ad essere completamente penalizzato tanto da perdere ormai la pazienza. Tra i tanti esercenti salernitani, a parlare è Fabrizio Marotta, titolare della nota “Osteria dall’Oste” a Pellezzano che ha chiesto a questo punto ai colleghi di non aprire e di essere solidali con chi non ha lo spazio esterno per poter riaprire così come da ultima ordinanza nazionale. “Io non ho problemi di spazio esterno, ne ho tanto grazie anche ad un’amministrazione comunale che è al fianco dei cittadini e dei vari imprenditori, ma sono consapevole che ci sono tanti colleghi che non hanno la possibilità di spazio esterno per svariati motivi e proprio per questo ritengo giusto che nessuno resti indietro– ha scritto Marotta –  abbiamo lottato tutti per le riaperture e onestamente il silenzio dei colleghi che si accontentano di pochi tavoli fuori e di lavorare un’ora la sera lo trovo vergognoso più del governo”. Parole dure che sanno più di sveglia nei confronti di tutti i ristoratori che di resa. Secondo Marotta invece della solidarietà, l’egoismo la sta facendo da padrone e così non si va avanti. Ma ne ha anche per le associazioni di categoria che non si stanno comportando come tali: “Ritengo che tutte le associazioni di categoria debbano cancellare la parola associazione perché in un’associazione si lotta per aver gli stessi diritti tutti e dico tutti! Tutti insieme dobbiamo restare chiusi perché ora BASTA!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *