“Con il completamento delle opere Salerno avrà un nuovo sviluppo”

di MIRKO CANTARELLA

Il neovicesindaco di Salerno: “Tra le priorità: la messa in sicurezza della costa con il rilancio turistico. Le navi torneranno in città, già abbiamo prenotazioni. Tra qualche giorno al via i lavori del Corso”

“E’ una grande gratificazione essere il vice sindaco della mia città. Ringrazio il sindaco Enzo Napoli che ha individuato la mia persona per assolvere questo ruolo”. Sono le parole del neo vice sindaco di Salerno, l’assessore alla mobilità e all’urbanistica Mimmo De Maio che ha poi confermato che continuerà ad assolvere ai suoi incarichi così come anche l’uscente Eva Avossa continuerà come assessore alla pubblica istruzione. “Questo passaggio di consegne c’è stato solo perché l’onorevole Avossa con gli impegni su Roma, non poteva aere una sorta di continuità che serviva al ruolo di vice sindaco”. Il nome di De Maio è stata una scelta dettata dall’esperienza di quest’ultimo che conosce molto bene la macchina amministrativa comunale. E a tal proposito, anche se si darà precedenza all’emergenza sanitaria, non è cambiata la programmazione e la realizzazione delle opere in città e in periferia che dovrebbe portare nuova linfa vitale al turismo e all’economia con un rilancio della città e delle attività commerciali. E’ il caso ormai, sotto gli occhi di tutti, del ripascimento. “Ci tengo a far presente che il fronte del mare è un’opera in primis di messa in sicurezza della costa e nel contempo poi sarà di rilancio turistico per Salerno così come le opere ad essa collegata come l’ormai prossimo completamento di Piazza della Libertà, un’opera strategica nell’ottica futura con la sua funzionalità, nel rilancio economico della città” – ha confermato De Maio.

Il neo vicesindaco ha poi posto il punto sull’emergenza sanitaria e sui vaccini. “Capisco che parlare di progettazione futura in un momento particolare dove i problemi dei cittadini, degli esercenti commerciali sono in primo piano rispetto alla speranza, sembrerebbe fuori luogo ma non lo è. Non si deve perdere la speranza; capisco la disperazione di molti settori che sono stati particolarmente colpiti e capsico che molti di loro avranno difficoltà a riprendersi perché i sostegni non sono sufficienti a mantenere il contraccolpo ad una problematica simile. Voglio dire loro che io sono fiducioso che saranno proprio questi settori che allorquando arriveremo alla fine di questa situazione, troveranno le opportunità di maggior rilancio ed è in quest’ottica che cercheremo di accelerare e terminare gli interventi nella nostra città”. Per quanto riguarda i vaccini “le questioni sono due; ovvero il primo punto è che ci vogliono i vaccini e poi il personale medico perché bene o male le strutture per poter vaccinare, ci sono e tutto è legato ad un modello di organizzazione che ora sono a macchia di leopardo. La Regione Campania ha elaborato un’iniziativa per trovare soggetti che diano la propria disponibilità a vaccinare perché è nell’interesse di tutti cercare di velocizzare tale pratica per poter tornare alla nostra vita e alle nostre attività, ovviamente con le relative autorizzazioni”.

Ritornando alle opere programmate e di completamento De Maio ha ricordato che la Regione Campania ha messo a disposizione circa 38 milioni di euro per il completamento della seconda parte del ripascimento dal Polo Nautico fino alla foce del fiume Irno, quindi la zona di Torrione per intenderci. La gara d’appalto è in procinto di partire entro settembre ottobre dell’anno in corso, il che significa che per l estete prossima saranno a disposizione dei cittadini anche le spiagge in quella zona. Intanto sono stati avuti i pareri favorevoli anche per la zona successiva, ovvero fino alla spiaggia di Santa Teresa. A questo, va aggiunto il completamento imminente dei lavori di Molo Manfredi, il dragaggio che la ditta Bera ha completato, l’allargamento dell’imbocco del porto ed il completamento di Porta Ovest. “Con grande fiducia, il turismo crocieristico aumenterà con la conclusione di queste opere. Già abbiamo avuto prenotazioni per 84 crociere già dal mese di maggio; la stessa MSC Corciere ha manifestato interesse di proporre Salerno come testata tanto che abbiamo effettuato un sopralluogo per individuare, al di sotto di Piazza della Libertà, i parcheggi a lunga sosta”. Ma oltre tali opere, oltre la riqualificazione del Circolo sociale al Teatro verdi, con un finanziamento di circa 3 milioni di euro e la realizzazione della Biblioteca a Palazzo Fruscione, la riqualificazione della Chiesa dei Morticelli, del Parco del Mercatello, De Maio ha messo in risalto altre opere fondamentali come la fase di esecuzione della metropolitana fino all’Aeroporto Salerno-Costa d’Amalfi, che sarà gestito dalla Gesac che potrà equilibrare la gestione di Capodichino con i voli internazionali e quello di Salerno con i charter turistici. Partita anche l’elettrificazione della rete ferroviaria Avellino – Salerno con la conseguente abolizione dei passaggi a livello come Fratte, Cimitero e via Fratelli Magnone. Importante opera anche l’allargamento di via Eugenio Caterina e della rotatoria antistante Piazza Scozia. Si aprirà una nuova strada in via Bottiglieri che collegherà con la rotatoria dell’uscita della tangenziale di Sala Abbagnano. Nella zona del Centro Storico alto, i grandi contenitori degli edifici Mondo, sono stati stanziati 60 milioni di euro di cui 20 legati al sistema di innesto delle gallerie direttamente sull’autostrada, dove verrà realizzata una grande rotatoria e 40 milioni sulla fascia del vallone Cennicchiara con dei vettori meccanizzati. E’ stato dato un finanziamento di 35 milioni di euro per il prolungamento del trincerone lato caserma Pisacane che consentirà il collegamento proprio agli edifici Mondo dove parte della caserma verrà demolito per dar luce al di sotto a circa 200 posti auto. Mercoledi è stato a Salerno Gino Zavanella, architetto del Gau Arena che ha vinto l’appalto del palazzetto dello sport. De Maio conferma che ci sono le risorse per terminare i lavori e sono intervenuti per un sopralluogo. Per capire la grandezza di questo gruppo di lavoro sono coloro che hanno fatto lo Juventus Stadium. Entro due settimane inizieranno i lavori per il rifacimento del Corso Vittorio Emanuele e verrà aperta la zona adiacente via Diaz del Trincerone ferroviario in attesa di continuare i lavori per collegare il trincerone ferroviario a via Vinciprova oltre la creazione del braccio per la nautica da diporto subito dopo l’incrocio di via Allende e l’ex via Acquasanta.  Ma anche in periferia verranno effettuati dei lavori di completamento come il Parco del Montestella, il centro polifunzionale di Matierno, la riqualificazione del centro di Ogliara, il sistema fognario di Pastorano, urbanizzazione del centro abitato di Matierno abolendo tutti i prefabbricati post terremoto; la tendostruttura alle spalle della scuola di Ogliara che così avrà la sua palestra; Ventiquattro alloggi di residenza sperimentale a Cappelle, un condominio tutto in legno. Opere importanti in tutta la città oltre ad un desiderio che Mimmo De Maio, che ha ovviamente anche ufficializzato la sua candidatura alle prossime amministrative salernitane, probabilmente nella lista dei Progressisti per Salerno, ha: la costruzione della nuova caserma dei vigli urbani nell’area dei Picarielli.  Ciliegina sulla torta è, oltre l’efficientamento della pubblica illuminazione in città e la riqualificazione di Palazzo Guerra, è che nel giro di due mesi si avrà anche il progetto del nuovo ospedale di Salerno che si realizzerà dietro la Centrale del Latte.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *