Il cibo secondo i Magnamagnabloggers

di Giovanna Naddeo

Da sempre la cucina è considerata quell’elemento afrodisiaco capace di scatenare passioni ed emozioni. Il mito si traduce in realtà nell’esperienza di due giovani salernitani, Alessandro Striamo, dottore commercialista, e Jole Masulli, praticante avvocato, che hanno fuso amore e cucina nelle pagine del blog Magnamagnabloggers.Nel giro di pochi anni, e ormai prossimi all’altare, la coppia si è imposta come punta di diamante nel panorama dei foodbloggers locali.

Come è nato il vostro blog gastronomico?

«E’ iniziato tutto per gioco, all’incirca 4 anni fa. Quando uscivamo a cena, condividevamo le nostre esperienze sui nostri profili social. A lungo andare sempre più persone ci chiedevano recensioni e consigli e così, sempre davanti al tavolo della cena, ci siamo detti “Perché non provarci?”. Anche il nome è nato un po’ per gioco: ci burlavano come “magnamagna” e da qui è nato “Magnamagnabloggers”».

State allargando sempre di più i vostri orizzonti culinari, eppure non dimenticate mai la cucina della tradizione, la cosiddetta “cucina della nonna”. Qual è l’ingrediente segreto?

«I sapori di casa sono unici, inconfondibili, non si dimenticano mai. Quando possiamo, siamo ospiti fissi da nonna Lidia (la nonna di Alessandro, ndr). Le sue polpette sono fantastiche!».

3

 A proposito di cucina, chi è il più bravo tra i due?

«A entrambi piace cucinare ma il premio alla creatività lo vince di sicuro Alessandro. A breve ci piacerebbe pubblicare qualche nostra ricetta».

Si è da poco conclusa l’ottava stagione di Masterchef Italia, tra i più acclamati format televisivi dedicati alla cucina. Qual è la vostra opinione sui talent culinari?

«Borghese, Cracco…li seguiamo davvero tutti! Ci permettono di conoscere e apprezzare ingredienti e pietanze magari più ricercate, esclusive».

A vostro giudizio, quali saranno i nuovi scenari del foodblogging, (un vero e proprio mix tra story telling e digital marketing) da qui a qualche anno?

«Se da una parte è bello e anche giusto il pluralismo della rete, tuttavia non possiamo non riscontrare come spesso siano aperte pagine con followers finti o acquistati. Non solo; spesso queste pagine pubblicizzano, per puri fini commerciali, attività davvero immeritevoli e scadenti».

22

 

Dopo le nozze, volerete negli Stati Uniti in luna di miele. Avete già puntato a qualche location?

(Ridono, ndr) «Ci stiamo lavorando».

Cosa consigliate ai nostri lettori per questo sabato sera?

«Premesso che il sabato non preferiamo mangiare fuori casa proprio perché le cucine, data l’affluenza, non sempre rendono al meglio, il miglior consiglio è senza alcun dubbio la pizza. Ormai a Salerno ci sono tante pizzerie di qualità e alto livello, con una gran varietà di menù per accontentare tutti i palati».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *