Cioffi (M5S): “Napoli difeso dal suo capostaff e da un deputato di Caserta. Stiano zitti”

“Leggo e apprendo con grande stupore che a Salerno esiste una segreteria provinciale del Pd e un segretario di cui non si conosce il nome né le azioni sul territorio ma di cui si conosce il compenso come capo staff del comune di Salerno. Da una parte ascoltiamo le parole del segretario locale di un partito non presente nella competizione elettorale e dall’altro, in questi anni, abbiamo imparato a conoscere le grandi capacità politiche del figlio del governatore. Prima ha fallito alle politiche del 2018, poi ora sta provato a risolvere la drammatica situazione elettore che vive la Giunta del Sindaco uscente Napoli”. Così il senatore della Movimento 5 Stelle, Andrea Cioffi che replica alle accuse del Pd. “Quando si parla di turisti bisogna rivolgersi a quel signore sconfitto a Salerno e ripescato a Caserta che vive a Roma con la sua famiglia e che viene a fare il turista a Salerno’, prosegue Cioffi. ‘Non ha diritto di parlare a Salerno deve parlare a Caserta che è il suo collegio elettorale’, prosegue ancora Cioffi. Inoltre, conclude il senatore del Movimento 5 Stelle: ’Oltretutto ieri sera ha incontrato i candidati sindaco della provincia di Salerno, dove il genere maschile la faceva da padrone. Si vede che il PD, che non ha presentato il simbolo neanche a Battipaglia, non è in grado di garantire quella opportunità di genere di cui tanto parla”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *