Salernitana coraggiosa, bella e…sfortunata: il Sassuolo tiene in cassaforte la vittoria

di Brigida Vicinanza

TABELLINO SASSUOLO-SALERNITANA 1-0

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Muldur, Chiriches, Ferrari, Rogerio; Lopez, Frattesi (81′ Harroui); Berardi (81′ Defrel), Djuricic (90′ Kyriakopoulos), Boga (70′ Traoré); Raspadori (70′ Scamacca). A disp: Vitale, Pegolo, Goldaniga, Magnanelli, Ayhan, Peluso, Toljan, Henrique. All: Dionisi.

SALERNITANA (4-3-1-2): Belec; Gyombér (83′ Zortea), Strandberg, Gagliolo, Ranieri (74′ Jaroszynski); M. Coulibaly, Di Tacchio (64′ Obi), L. Coulibaly; Kastanos; Gondo (64′ Bonazzoli), Djuric (64′ Simy). A disp: Fiorillo Veseli, Schiavone, Kechrida, Zortea, Bogdan, Delli Carri, Vergani. All: Castori.

Arbitro: Giua di Olbia (Rossi/Mastrodonato). IV uomo: Abbattista. Var: Mazzoleni (Volpi)

NOTE. Marcatore: Berardi al 54′. Angoli: 4-7. Ammoniti: Lopez, Ferrari, Scamacca (SAS), Ranieri, Gondo, Bonazzoli (SAL). Recupero: 4′, 5′ st.



Tiene duro la Salernitana al Mapei Stadium e ci mette tutto il cuore unito ad una dose di coraggio (e una buona prestazione) contro il Sassuolo di Dionisi, davanti ai suoi tifosi chel hanno macinato chilometri fino a Reggio Emilia (in 3500). Ma solo per il primo tempo. Gli uomini di mister Castori, nonostante l’assenza di Ribery, non mollano e giocano un primo tempo di grande intensità e aggressività. Tante le occasioni durante la prima fase di gioco create da Di Tacchio e compagni, così come quelle create dai padroni di casa. Pioggia battente e campo difficile non hanno rappresentato ostacoli per i granata. Allo scadere dei primi 45 minuti il Var ha poi messo il punto su un calcio di rigore per un presunto fallo di Gagliolo ai danni di Frattesi: il difensore dell’ippocampo ha avuto – di fatti – la meglio e l’arbitro ritorna indietro sui suoi passi e annulla la decisione. Ma è all’inizio del secondo tempo che la Salernitana perde la bussola e cambia il volto ad un match – fino a poco tempo prima – impeccabile e anche pericoloso per gli avversari. Berardi sfrutta così un attimo di distrazione della difesa e segna il gol del vantaggio per il Sassuolo. A dare brio è il subentrato Bonazzoli che tenta prima un tacco nella porta avversaria, salvato sulla linea e poi un tiro di potenza che trova Consigli (quasi) impreparato ma che ci arriva con i guantoni. Un match di scintille dai ritmi sostenuti, che trova preparata la Salernitana – a tratti sfortunata – che avrebbe meritato molto di più. La sconfitta sta stretta all’ippocampo (anche) oggi. E l’anima – fuori dal rettangolo verde – ce l’hanno messa (sotto la pioggia incessante) senza muoversi di un millimetro quei tifosi granata, sempre lì, sempre presenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.