De Luca ripropone Porta Ovest; opposizioni all’attacco

di Vincenzo Pisaturo

Antonio Cammarota: “Ormai è una parodia”. Il governatore torna in città ed annuncia nuovi fondi da parte della giunta regionale per Salerno. Tofalo (M5S): “Sono solo chiacchiere. Il famoso miliardo già riproposto lo scorso anno.

Sembrerebbe quasi una lezione di scuola. Prima l’aeroporto, di cui sono stati riannunciati i lavori per l’ampliamento della pista, poi le grandi opere per Salerno che rilanceranno la trasformazione urbana della città. Porta Ovest, Trincerone, lo svincolo del Cernicchiara, il centro storico. Al Mediterranea Hotel, da una settimana ormai, alle 9:30 in punto, il governatore della Campania Vincenzo De Luca tiene il punto sui lavori in corso nella sua città, conducendo di fatto la campagna elettorale senza ostacoli al netto di qualche comunicato stampa duro da parte dei competitor di Enzo Napoli per la poltrona di sindaco. De Luca è, ancora una volta, alla guida dell’orchestra che detta i tempi ai musicanti a tre settimane dal voto del 3 e 4 ottobre. L’incoraggiamento, questa mattina, al suo ex facente funzioni sancisce un dato ormai acclarato a Salerno da quasi 30 anni. La sfida è contro di lui, Enzo Napoli (ringrazia) e può godersi da spettatore le slides e i rendering delle opere milionarie. La campagna elettorale degli annunci, solo negli ultimi giorni, ha superato il miliardo di euro: per Porta Ovest e Trincerone, De Luca ha parlato di 700 milioni di finanziamenti da parte della Regione Campania. Poi l’aeroporto, il ripascimento, Piazza della Libertà solo per citare alcuni dei cantieri aperti.

‘La Regione per Salerno’ recitava lunedì mattina uno dei cartelloni esposti al Mediterranea. Infatti, è l’iniziativa della giunta guidata dal governatore a mettere risorse fresche nelle casse comunali per le grandi opere, considerato l’elevato indebitamento che sarà oggetto del prossimo consiglio comunale, in programma il 14 settembre, che dovrà deliberare il bilancio consuntivo e preventivo.

Insomma, come già detto, De Luca conduce la campagna elettorale. Tra i più informati negli ambienti degli addetti ai lavori, gli outsider di Enzo Napoli sono la candidata sindaca, sostenuta dal M5S e la sinistra salernitana, Elisabetta Barone e il candidato del centrodestra unito Michele Sarno che hanno aperto le rispettive campagne elettorali in piazza a Pastena.

700 milioni complessivamente per le ultime opere per Salerno finanziate dalla Regione: dall’ultimo pezzo di Porta Ovest, al tunnel del Cernicchiara, e il Trincerone che cambieranno il volto della città e renderanno più fluido il traffico veicolare. Una nuova viabilità e opere strategiche per il rilancio economico, attraverso una nuova immagina del fronte di mare che dal centro storico arriverà fino a Pontecagnano con il completamento delle spiagge nella parte orientale della città.

“In questi anni si sta completando tutto il progetto di rinnovamento di Salerno e di costruzione di una città europea. Sarebbe un delitto interrompere questo lavoro”. Così il governatore Vincenzo De Luca, questa mattina, al Mediterranea Hotel per fare il punto della situazione con la stampa sui lavori di Porta Ovest, svincoli autostradali e Trincerone. Presenti all’appuntamento, il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca e il presidente della commissione regionale Trasporti, l’on. Luca Cascone. “Complessivamente la Regione finanzia interventi per la viabilità a Salerno per complessivi 700 milioni euro. Presentiamo oggi un altro grande investimento di 60 milioni per lo svincolo del Cernicchiara. Quando il tunnel, che dal porto commerciale arriva all’autostrada nord, sbucherà nel Cernicchiara bisognerà organizzare la viabilità. Per questo – ha illustrato De Luca – è prevista la realizzazione di una serie di viadotti e rotatorie per rendere fluido il traffico veicolare”. Il governatore ha poi annunciato: “Finanziamo anche il completamento del Trincerone all’altezza di via Sant’Eremita: qui realizzeremo un parcheggio nel cuore del centro storico e cambieremo la viabilità per arrivare all’ex carcere maschile”. “Un grande programma di trasformazione urbana – dichiara entusiasta De Luca – infine, nei prossimi giorni presenteremo una nuova immagine del fronte di mare che sarà completata quando saranno completate le spiagge nella parte orientale che hanno cambiato il volto della città. Così valorizziamo l’economia del mare, creiamo turismo: vi faremo vedere come cambierà il lungomare di Salerno quando sarà completata la spiaggia che da Piazza della Concordia arriverà fino a Pontecagnano e consegneremo anche Piazza della Libertà” ha concluso De Luca.

Per il sindaco Vincenzo Napoli, “Trincerone, svincoli autostradali e Porta Ovest sono progetti importantissimi e in corso d’opera realizzati grazie al pieno sostegno della Regione Campania. Così cambierà la logistica e la viabilità che contribuiranno a dare un ulteriore lancio della città per gli aspetti viabilità, turismo e lavoro. La costruzione di Salerno ‘città europea’ – ha concluso Napoli – va ancora più avanti”.

Ma non sono mancate le repliche da parte dell’opposizione. Il più duro, il presidente della commissione trasparenza e candidato sindaco de ‘La nostra Libertà’, l’avvocato Antonio Cammarota: “Con l’ennesimo annuncio del completamento di un pezzetto di Porta Ovest si consuma una nuova parodia che certifica la fine del deluchismo in città”. “Ormai questo potere è la replica spenta di se stesso, insegue le sue stesse parole, propone gli stessi interventi, ricalcando annunci già resi per inaugurazioni mai fatte. E’ un sole al tramonto, che tanto ha dato a questa città. Ora pare ancora vivo ma è invece già dietro ai monti e si vede per un effetto ottico e non per un effetto reale. Le opere si inaugurano, non servono gli annunci degli annunci di pezzetti di opere che sono ancora in fase di progettazione e che non apriranno per ora”, spiega ancora Cammarota. “E’ tempo di voltare pagina, questo potere non ama più la propria città, pensa solo al tornaconto personale dei propri cacicchi, spendendo, tra l’altro, la moneta pubblica dell’ente più indebitato d’Italia, di un comune sull’orlo del crac”, conclude Cammarota.

All’attacco anche il deputato cinque stelle Angelo Tofalo contro il ‘soccorso amico’ di De Luca in favore dell’uscente Enzo Napoli: “Sono anni che ascoltiamo le solite chiacchiere mentre le opere restano incompiute e il “primo cittadino governatore” continua da bravo pifferaio a raccontare favole. Solo lo scorso anno, in occasione della campagna elettorale per le regionali, ha annunciato il “famoso miliardo” con a seguito le opere. Oggi non è cambiato assolutamente nulla. I soliti annunci, il solito copione con l’aggravante che un presidente di regione arriva così spudoratamente in soccorso di un candidato sindaco, il “secondo cittadino”, nel pieno della campagna elettorale”. “Tanti salernitani – conclude l’ex sottosegretario al governo Conte – non credono più a tutto ciò e sono pronti a riprogettare la città. Così come ci auguriamo che il presidente della giunta regionale della Campania mantenga queste promesse per Salerno qualsiasi sia l’esito elettorale di ottobre. Si ricordi che è il presidente di tutti e non di una sola parte”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *