San Matteo, Cammarota: “Festa patronale non sia a scopi politici”

‘La verità è sotto gli occhi di tutti: il sindaco pro tempore vuole inaugurare piazza della libertà e utilizza la festa patronale di San Matteo, escludendo, senza validi motivi, la più opportuna e collaudata piazza della Concordia’. Così l’avvocato Antonio Cammarota, presidente della commissione trasparenza e candidato sindaco de ‘La nostra libertà’, rispetto alla decisione di celebrare la messa di San Matteo a piazza della Libertà.

‘Non si comprendono i motivi per i quali non si possa celebrare la messa in piazza della Concordia – tra l’altro inizialmente indicata anche dalla Curia – che nel tempo ha ospitato eventi di grande portata, oltre ad aver ospitato la visita di un Pontefice. Inoltre nome e simboli presenti in piazza rendono ancor più opportuna la festa religiosa in quel luogo, ben più ampio della Cattedrale. In più è maggiormente fruibile rispetto agli attuali accessi angusti e provvisori di Piazza della Libertà che è ancora in parte un cantiere a cielo aperto con procedure amministrative e di sicurezza ancora da concludere che sono all’attenzione della commissione trasparenza che ha istruito la vicenda e prosegue i lavori’, dice ancora Cammarota. ‘Così come i Santi non devono inchinarsi a nessuno, così la Chiesa non si inchini alla politica. E’ ancora in tempo per valutare una scelta più opportuna che non nasconda nessun secondo fine’, conclude Cammarota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *