Team Free: “Non siamo no vax, siamo il popolo che alza la testa e si oppone ad un Governo non eletto dalla gente che ci ha negato cure valide”

Scende in campo ancora una volta il gruppo denominato “Team Free”, coloro che spontaneamente si sono uniti per lottare e difendere i diritti costituzionali e la resistenza alla scelleratezza di questo Green Pass. Ciò che ha fatto ancor di più indignare gli astanti che anche in questo fine settimana hanno fatto sentire la loro voce in piazza a Salerno, è l’ormai famosa foto, che ha fatto letteralmente il giro del mondo, di quei poliziotti che, non avendo in green pass, sono stati emarginati dalla sala mensa e costretti a mangiare come se fossero degli appestati sulle scale a dovuta distanza dal resto del gruppo. Nell’incontro, si è sottolineato l’impopolarità di questo Governo non eletto dal popolo ma voluto da un centro di potere superiore. La democrazia è stata calpestata indegnamente; i politici non sono più espressione e rappresentanza del popolo ma tanti burattini senza spina dorsale. Nella protesta si alza a gran voce, come detto precedentemente di come “la tessera verde non ha risparmiato neanche le forze dell’ordine che per estensione della Circolare subiscono applicazioni disumane nell’orario di mensa… ALLONTANATI DAI COLLEGHI INOCULATI, GHETTIZZATI , DISCRIMINATI E VIOLATI NELLA LORO PRIVACY per poi riunirsi, vaccinati e non , nella stessa voltante in servizio”. Continuando nella loro protesta i manifestanti ricordano che “sebbene il ministro Speranza dal 16 Agosto si è ricordato che esistono le cure domiciliari , allo stato attuale nulla si è fatto per attivarle in campo in quanto i medici di base continuano a rispondere alle richieste d’aiuto con TACHIPIRINA E VIGILE ATTESA. Non siamo No Vax , siamo il Popolo che alza la testa e si oppone con tutte le sue forze ad un Governo che , da Marzo 2020 , c’ha condannato a morte negandoci cure valide , come le terapie domiciliari precoci e il plasma iperimmune di De Donno, preferendo mantenere in piedi uno STATO DI EMERGENZA INESISTENTE alimentando paure attraverso i media complici di questo sistema malato piegando in ginocchio l’economia del ns Paese attraverso i vari lockdown e restrizioni discriminatorie. La scelleratezza di questo sistema non si ferma neanche verso i bambini, i giovani. A loro non interessano gli effetti avversi dell’inoculazione … per loro siamo numeri. Però ognuno di quei numeri ha un volto, un nome…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *