Calcio a cinque, Alma ospite del Sindaco Napoli. Caramanno: “Marta sarebbe orgogliosa di voi

Il sindaco: “In alto nome della città”. L’Assessore Caramanno: “Momento straordinario per

lo sport”. Poi il ricordo: “Marta sarebbe orgogliosa dei vostri successi”

L’Alma Salerno è stata ricevuta, presso la Sala della Giunta di Palazzo di città, dal primo cittadino Vincenzo Napoli che, unitamente all’Assessore allo sport Angelo Caramanno, ha ringraziato i ragazzi dell’under19 per lo straordinario traguardo raggiunto nel campionato di rappresentanza. La società, nel corso della prossima stagione sportiva, metterà in mostra il nome di Salerno sulle divise di prima squadra e settore giovanile, portando in giro per lo Stivale il nome di Salerno. La richiesta della società è stata infatti accolta positivamente sia dal primo cittadino che dall’Assessore.

In occasione del suo intervento Angelo Caramanno ha ricordato quanto, in un contesto particolarmente difficile quale quello pandemico, il mondo dello sport stia regalando in termini di emozioni alla città: “Il covid ha fatto sì che emergesse il valore dei gruppi: molte realtà sportive del territorio hanno dato quel quid in più in un momento effettivamente complicato. L’Alma ha realizzato un vero e proprio miracolo sportivo“. L’assessore è poi passato a discutere delle strutture sportive della città, alla luce della presentazione del progetto PalaSalerno: “In questa città c’è bisogno di strutture per arrivare in alto: sappiamo che ilPalaTulimieri necessita di interventi importanti e non ci tireremo indietro. Il PalaSalerno sarà una vetrina per andarsi a misurare“. In coda al suo intervento Caramanno ha voluto ricordare la compianta Marta Naddei, la quale sovente passeggiava con il suo taccuino all’interno delle sale di Palazzo di Città alla ricerca di notizie. “La nostra amata Marta sarebbe orgogliosa dei risultati di questi ragazzi, la ricordiamo tutti con grandissimo affetto“.

Il direttore generale dell’Alma Salerno Antonio Peluso, prendendo spunto dai risultati del settore giovanile, ha voluto fare una promessa: “Stiamo allestendo una compagine attrezzata al salto di categoria: Salerno, per la prima volta nella storia, proverà ad andare in A2 e quale cornice ideale del PalaSalerno per disputare un campionato così prestigioso”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *