VALLE DEL SELE: “FIREFLIESEXPERIENCE 2021”, AL VIA LA QUINTA EDIZIONE

Colliano (Sa). “FIREFLIESEXPERIENCE 2021”. S’intitola così, la quinta edizione dell’evento nazionale di osservazione delle lucciole, che si svolgerà il 22 e il 29 maggio, nell’area naturale protetta della Valle del Sele.

Una vera e propria escursione turistica e fotografica notturna nell’area naturale regionale campana della Riserva Monti Eremita Marzano-Foce Sele e Tanagro, organizzata dal fotografo naturalista salernitano e autore di numerosi scatti sulla biodiversità pubblicati sulla rivista National Geographic, Massimo Gugliucciello, che vedrà la presenza di esperti e non, osservare e fotografare la magia serale delle lucciole nella Valle del Sele.

L’appuntamento per l’osservazione notturna delle lucciole è alle ore 20 dei giorni 22 e 29 maggio 2021, nel piazzale antistante l’ingresso della Basilica paleocristiana sita in località Bisigliano, nel comune di Colliano, dove dopo una breve illustrazione sulla fotografia e un briefing sull’importanza del ruolo svolto dai coleotteri quali “indicatori” di un territorio incontaminato e ricco di biodiversità, si effettuerà una passeggiata notturna per osservare le lucciole.

L’evento gratuito “FIREFLIESEXPERIENCE 2021”, patrocinato da Cai Salerno, Pastificio Scaglione, Aic, portale Turismo Sele, Pro Loco di Colliano e Gal-I Sentieri del Buon Vivere, culminerà con una premiazione dei migliori scatti delle lucciole nel primo concorso nazionale “fotografa le lucciole” che si terrà la sera del 5 giugno a Bisigliano.  Tre saranno le foto che verranno selezionate e premiate tra migliaia di scatti effettuati dai partecipanti alle escursioni notturne di osservazione delle lucciole nella Valle del Sele, da una giuria di esperti e che attribuiranno un punteggio ed il relativo premio consistente in buoni spesa del valore di 300, 200 e 100 euro. 

La premiazione inoltre, sarà preceduta da un convegno sulla biodiversità che comincerà alle ore 19 del 5 giugno, presso la chiesa Madonna SS. Annunziata, dove nel rispetto nelle normative anti-covid19, prenderanno parte al tavolo dei relatori: il sindaco di Colliano, Adriano Goffredo; il Presidente  CAI Salerno, Ciro Nobile; il Presidente del Gal “I Sentieri del Buon Vivere” , Nicola Parisi; il Presidente dell’associazione AIC Salerno, Donato Scaglione; il Presidente dell’Ass.ne Pro Loco Colliano APS, Mauro Iannarella; e il fotografo naturalista, Massimo Gugliucciello.

“L’obiettivo dell’evento – spiega il fotografo Massimo Gugliucciello – che ha raggiunto la quinta edizione, è quello di tutelare la salubrità del nostro ambiente ricco di biodiversità e al tempo stesso, promuovere le bellezze ambientali della Valle del Sele”.

Al termine del convegno inoltre, nella serata conclusiva di premiazione sarà allestita una postazione informativa che darà il via alla raccolta firme per una petizione popolare contro la delocalizzazione delle Fonderie Pisano nella zona industriale di Buccino.

“Come Associazione Pro Loco Colliano APS – spiega il Presidente Mauro Iannarella – siamo fieri di aver offerto un contributo logistico alla manifestazione FIREFLIESEXPERIENCE 2021 per far ripartire gli eventi di caratura nazionale che valorizzano non solo le tipicità enogastronomiche ma anche l’ambiente e il turismo. In questa ottica -aggiunge Iannarella- la Pro Loco Colliano auspica che ci possa essere una ripresa delle manifestazioni, quest’ultime annullate da oltre un anno a seguito delle chiusure scaturite dalla pandemia che hanno bloccato e annullato gli eventi, mettendo in ginocchio l’economia dei territori, come quelli della Valle del Sele, a forte vocazione turistica ed enogastronomica. Di qui -annuncia- il via agli eventi di valorizzazione del territorio che, anche quest’anno, vedranno nel mese di ottobre, a Colliano, il ritorno della consueta e storica Mostra-Mercato Nazionale del Tartufo e dei Prodotti Tipici Locali giunta alla 24esima edizione, prossima alle nozze d’argento”.

Tutela dell’ambiente, valorizzazione del territorio ma anche economia, come sottolinea il presidente dell’AIC Salerno, Donato Scaglione– “Il futuro della Valle del Sele -dice-è nella tutela e la riscoperta della terra. L’esempio concreto -sottolinea Scaglione- arriva dall’esperienza del lockdown che ci ha fatto comprendere l’importanza del ruolo rivestito proprio dalla tutela dell’ambiente e dall’agricoltura italiana che ha salvato l’economia del nostro Paese. In tutto questo- sottolinea Scaglione, riferendosi al connubio tra agricoltura, ambiente, archeologia e turismo termale – vi è il futuro dei comuni delle aree interne che, grazie alla presenza di un territorio incontaminato situato in una posizione geografica strategica tra l’Irpinia, il Cilento, la Costiera Amalfitana e la Basilicata, registrano un indotto economico di notevole rilievo dove imprenditori agricoltori e contadini svolgono un ruolo di custodi dell’ambiente”.

Di qui, infine, la raccolta firme per una petizione popolare che coinvolgerà Campania e Basilicata, contro la delocalizzazione delle fonderie Pisano nella Zona industriale di Buccino– “Non siamo contrari all’industrializzazione e all’imprenditoria-chiosa Scaglione. -La nostra posizione netta e contraria-sottolinea il presidente dell’AIC Salerno-nasce in seguito all’analisi degli effetti controproducenti per il nostro territorio, che un eventuale insediamento delle fonderie a Buccino potrebbe comportare, non solo compromettendo la biodiversità, ma anche decretando la morte dell’economia agroalimentare e turistica del cratere salernitano”.

PER INFORMAZIONI:

www.facebook.com/events/596812544626247

Massimo Gugliucciello (referente evento) tel.335.72.87.782

UFFICIO STAMPA

Mariateresa Conte -giornalista

Mail: maryconte@live.it

Tel. 3398057932

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *