AISP: cena con il governo; la singolare protesta dei ristoratori

di MIRKO CANTARELLA

Iniziativa di protesta di alcuni ristoratori salernitani ed anche napoletani, quasi tutti appartenenti all’Associazione AISP che aveva preannunciato già da giorni un azione in una pizzeria del centro di Salerno. Un’idea nata nell’ambito della campagna “Io Apro” che proprio quest’oggi ha avuto l’epilogo del suo tour a Roma, in piazza Montecitorio (circa 10 mila persone a seguito). I ristoratori si sono incontrati davanti l’attività “Macina e Pietra” ed entrati con delle maschere in volto raffiguranti il premier Mario Draghi, il ministro della Salute Roberto Speranza e il governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca. Dopo un inizio sereno e divertente, i toni si sono alzati con l’arrivo della Digos dove i ristoratori chiedevano libertà e sostegno per la difficile situazione che stanno vivendo per via delle assurde manovre governative anti covid che sembrano penalizzare solo loro, i commercianti e molte partite IVA. Hanno spiegato che la serata mirava solo a sensibilizzare la cittadinanza con un’azione anche goliardica legata a questa “Cena con il Governo”. Gli operatori della Polizia, consapevoli della situazione in cui versa il commercio e la ristorazione sia locale che nazionale, hanno identificato gli astanti, come da direttiva da seguire e sul finire della serata, appena giunto da Roma è arrivato anche l’avvocato penalista Michele Sarno, candidato alle prossime elezioni amministrative salernitane come sindaco di Fratelli d’Italia e di una lista civica associata, che ha deciso di supportare la nobile e non violenta protesta. “Se le regole ci sono valgano per tutti e non solo per alcune categorie. Alle forze dell’ordine va la nostra gratitudine…io nel mio piccolo sono vicino ai commercianti, che hanno dimostrato in maniera seria senza violenza la loro situazione. Un paese deve trovare le condizioni che questa categoria non arrivi a morte sicura” – queste alcune della parole dell’avvocato Sarno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *