Porta Ovest, la Sam: “Dissesti sul viadotto Olivieri”. Al via monitoraggio su tutte le infrastrutture

Studio sui viadotti dell’area di Porta Ovest: l’Autorità Portuale ‘Mar Tirreno Centrale’ attualmente guidata da Andrea Annunziata ha avviato una attività di monitoraggio delle infrastrutture che ricadono nell’area di cantiere. Un milione e mezzo di euro per stabilire eventuali danni o problematiche. Il tutto nasce da una segnalazione della Società Autostrade Meridionali che ha “contestato i dissesti al Viadotto Olivieri, in ragione dei lavori di scavo delle gallerie in corso, rappresentando la necessità di procedere, nei futuri avanzamenti degli scavi, con il massimo rigore ed attenzione, intensificando l’attività di monitoraggio durante gli scavi ed anche durante l’esercizio della galleria”. Monitoraggio predisposto dall’Autorità Portuale che ha esteso i controlli lungo l’autostrada A3 Salerno-Napoli potenzialmente interferenti con lo scavo della Galleria naturale Cernicchiara-Ligea, nonché delle aree interessate da Deformazioni Gravitative Profonde di Versante, rispettivamente denominate “Arechi” e “Poseidon”. Ancora si valuterà lo stato del viadotto Orfanotrofio; del viadotto Madonna del Monte ma anche del viadotto Caiafa; viadotto Canalone; della galleria Iannone e della galleria Castello. Insomma sull’intera area che ricade nell’ambito del vasto cantiere di Porta Ovest messo sotto accusa anche dai proprietari del costone roccioso (Caifa) tristemente protagonista di un nuovo cedimento sull’ex statale 18 attualmente interessata anche da interminabili lavori di messa in sicurezza, per i quali il comune di Salerno – in attesa di rivalersi sui proprietari – ha stanziato la somma di 400mila euro, in parte ricevuta dalla Regione Campania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *