Pllegrino: “I Vaccini unica via d’uscita”

E’ inutile girarci intorno: l’unica strada sono i vaccini. E’ scontato solo a pensarlo ma chissà perché ad oggi sono mille milioni di ostacoli che rendono l’impresa sempre più impossibile. Chissà perché appena si comincia la campagna di vaccinazione per il Personale medico o per gli ultra 80enni, capita che all’improvviso ci sia qualche intoppo. E così apriamo, chiudiamo, apriamo, chiudiamo, ci coloriamo, ci restringiamo, mandando ai matti l’intera comunità. Con tanto di danni per l’economia privata che non regge più questo enorme stress, a tratti enorme show. Dall’andrà tutto bene è trascorso un anno. E nonostante lockdown mini o totali che siano è andato tutto male con l’aggravante che stiamo messi sempre peggio e che navighiamo sempre più a vista. L’orticaria verso le tante apparizioni dei virologi in tv è venuta un po’ a tutti dopo dodici mesi di estrema indecisione e contraddizione. Erano i giorni, lo scorso anno, dell’inutilità della mascherina e di altre teorie che sono state smentite poi successivamente. Così come, ad onor del vero, non ricordare l’aperitivo di incoraggiamento di Zingaretti, per poi passare alla fase dei cinghialotti, lanciafiamme e tanta roba dalle parti nostre. Il risultato? Attendiamo ancora i vaccini che chissà se poi saranno adeguati per le varianti che si stanno affacciando con prepotenza anche in Italia. Infine sui migliori (quelli di Palazzo Chigi), considerate le prime battute meglio concentrarsi in pieno sulla campagna vaccinale tralasciando il resto. Alla fine prima o poi sempre si dovrà andare a votare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *