Botta e riposta in due minuti tra Salernitana e Vicenza. Termina 1-1 con Tutino che sbaglia un rigore

Match importante all’Arechi dopo l’anticipo di venerdi che ha visto il Pisa espugnare il Brianteo di Monza portando a casa i tre punti. Al freddo e sotto la pioggia battente dell’Arechi i granata devono portare a casa la vittoria dopo il pareggio rocambolesco e meritato di Pisa mentre il Vicenza arriva dalla sconfitta proprio contro il Monza di Brocchi. Le due squadre non si incontrano all’Arechi dal campionato 2016-2017 quando i veneti tornarono a casa con il bottino pieno. Nella formazione di Castori fa il suo debutto in granata Sy a sinistra e sostituisce Jaroszynski e a centrocampo Capezzi fa coppia con Di Tacchio. Arbitra il pescarese Camplone. Ore 12 inizia la gara e subito al 2’ colpo di testa di Gori ma la palla è alta. I biancorossi sono decisi ad attaccare e al 5’ azione clamorosa. Doppia occasione per Gori che prima di testa impegna Belec che respinge, la palla torna al Vicenza che dalla sinistra mette al centro e lo stesso Gori anticipa in uscita Belec e la palla colpisce la traversa e poi va fuori. All’11’ Capezzi per Tutino che tira ma la palla è al lato. Al 19’ ci prova Casasola ma ancora una volta la palla è al lato. Al 23’ pericoloso Pontisso ma il suo tiro termina di poco fuori. Al 30’ rigore per i granata per fallo su Tutino. Lo stesso attaccante va sul dischetto ma colpisce la traversa a Grandi battuto.

Al fischio di Camplone ai microfoni di DAZN uno dei protagonisti della prima frazione di gara, Simone Pontisso: “Il campo non aiuta, è pesante, ma stiamo provando a giocare. Abbiamo sfiorato il gol. Dobbiamo continuare così, con la stessa cattiveria anche nella ripresa”.

Il secondo tempo inizia con le squadre che fanno fatica a giocare per via del terreno pesante.  Al 9’ ancora Gori si rende pericoloso ma Gyomber devia in angolo. Al 16’ azione pericolosa della Salernitana con Capezzi, Tutino Coulibaly che però non riesce a calciare in porta. Al 19’ altra bella azione dei granata con Coulibaly che porta palla passa a Casasola per Capezzi che rientra sul destro si accentra calcia ma la palla a giro sibila il palo della porta di Grandi. Al 24’ ancora Gori per il Vicenza ma il suo colpo di testa è debole e va al lato della porta di Belec. Al 28’ gran tiro da fuori area di Luca Barlocco ma la palla è alta sulla traversa. Al 36’ punizione di Durmisi dalla sinistra, palla in mezzo e gran gol di testa di Ramzy Aya al suo primo gol in maglia granata. Due minuti dopo e il Vicenza con l’aiuto del vento pareggia con un tiro da fuori di Giacomelli dove Belec non può arrivare.  Debutta sul finale di gara anche Kristoffersen, il neo acquisto in attacco per la Salernitana ma il match termina in parità con i granata che falliscono l’opportunità per superare il Monza e porsi in classifica al secondo posto. Il Vicenza con questo punto muove se pur di poco la classifica ma fa morale dopo la sconfitta in Brianza di martedi.

A fine gara Stefano Giacomelli su DAZN: “Penso davvero che abbiamo fatto una grandissima partita. Eravamo sotto immeritatamente; soffriamo troppo su queste punizioni dalle laterali. Abbiamo creato tanto, abbiamo continuato a giocare e il gol è meritato per la grande prestazione di oggi. Penso che una grande squadra, un grande gruppo si vede i questi momenti qui. Vai sotto con la pioggia, il freddo, il campo pesante e abbiamo reagito. Sento di dare tanto a questa squadre a voglio dedicare il gol alla squadra e a tutti i tifosi che non possono starci vicino. Un gol non facile, l’ho provata, ho visto un po’ di spazio, ho tirato ed è andata. Sono felicissimo!”.

TABELLINO

Marcatori: 36′ st Aya (S), 38′ st Giacomelli (V);

SALERNITANA (3-5-2): Belec; Aya, Gyombér, Mantovani; Casasola, Coulibaly, Di Tacchio, Capezzi (23′ st Cicerelli), Sy (1′ st Durmisi); Tutino (43′ st Kristoffersen), Djuric (27′ st Gondo). A disp: Adamonis, Bogdan, Jaroszynski, Schiavone, Anderson, Dziczek, Kiyine, Veseli. All: Castori

VICENZA (4-3-1-2): Grandi; Cappelletti, Valentini, Padella (39′ Pasini), Barlocco; Pontisso (30′ st Zonta), Rigoni, Cinelli; Vandeputte (18′ st Giacomelli); Meggiorini (18′ st Longo), Gori (30′ st Lanzafame). A disp: Zecchin, Perina, Bruscagin, Beruatto, Dalmonte, Agazzi, Jallow. All: Di Carlo

Arbitro: Camplone di Pescara (Scatragli/Dei Giudici). IV uomo: Santoro di Messina

Diretta: DAZN

Note: Ammoniti: Djuric (S), Rigoni (V);

Angoli: 3-4;

Recupero 2′ pt, 4′ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *