Loffredo: “Pieno sostegno ai commercianti. Salerno tornerà leader della Movida campana”

di MIRKO CANTARELLA

In questo periodo storico difficile che la popolazione dell’intero pianeta sta vivendo, i comparti del turismo e del commercio è tra quelli che hanno subito più danni economici. A parlare di presente e futuro per la città di Salerno è Dario Loffredo, assessore al Commercio e Attività Produttive.  “Noi siamo stati tra i primi Comuni a sostegno dei commercianti. Abbiamo raddoppiato i posti a sedere all’esterno per i locali food e beverage per permettere il distanziamento sociale senza perdere gli originari posti a sedere in modo gratuito – ha dichiarato Loffredo – Questa misura verrà estesa fino al 30 aprile 2021 ma io mi batterò a soddisfare la richiesta dei commercianti, con cui mi sono confrontato, per estendere tale misura fino alla fine del mese di dicembre dell’anno in corso. Credo sia un atto giusto da sostenere”. Loffredo ha poi ricordato che è stato anche effettuato uno sgravio sulla Tari per gli stessi che hanno appunto usufruito di uno sconto tramite domanda effettuata entro lo scorso dicembre: “Siamo una pubblica amministrazione ed è nostro dovere intervenire, ascoltarli e sostenerli per ciò che in nostro potere fare, visto che in termini economici sono pochi i soldi retrocessi dal governo. Infatti, Draghi, probabile nuovo presidente del consiglio, spero che possa fare degli interventi non a spot ma seri e importanti per le attività perché le stesse hanno bisogno di liquidità ed anche in breve tempo; attuare un intervento massiccio in modo che si scongiuri il rischio di far scomparire chi è in seria difficoltà” – ha sottolineato l’assessore. Le prime parole di Mario Draghi in tale senso sembrano incoraggianti e nel frattempo Loffredo ha fatto presente la serie di iniziative che il Comune sta effettuando per il rilancio proprio del commercio e del turismo, due cose che non possono non essere concatenate. “In città, a proposito di commercio, abbiamo ristrutturato tutti i mercati cittadini, ultimamente quello di via De Crescenzo nel quartiere Pastena e tra una decina di giorni vedrà la luce il mercato di Piazza dei Cavalieri di Vittorio Veneto, più conosciuto come il mercato di via Piave; un vero gioiellino al centro della città, tutto coperto e funzionale sia per gli esercenti che per il pubblico. Non dimentichiamo il ripascimento delle spiagge, sotto gli occhi di tutti, L’allungamento della pista dell’aeroporto Salerno -Costa d’Amalfi che a breve ripartirà; non dimentichiamo che da aprile arriveranno le navi da crociera che aumenteranno con la fine del dragaggio dei fondali; il 30 giugno vedrà la consegna di Piazza della Libertà con i suoi 750 posti auto che darà finalmente respiro al centro cittadino; non dimentichiamo il palazzetto dello sport. Insomma infrastrutture e logistica per far si che riparta il commercio e il turismo in modo da far ritornare Salerno leader della movida campana, dove per movida non si intende solo quella dei locali notturni ma del buon vivere la città per l’intera giornata – commenta con soddisfazione Dario Loffredo che ovviamente fa presente di non pensare più ai ritardi che ci sono stati in quanto quelli sono all’ordine del giorno e spesso non per colpa dell’amministrazione come ad esempio il rifacimento del corso Vittorio Emanuele, punto fondamentale per la vita cittadina. Un’opera già aggiudicata ma che per legge, visto che le aggiudiche sono soggette alla giustizia, bisogna attendere il corso della stessa che ha ricevuto il ricorso legittimo di chi è arrivato in graduatoria dietro. “E’ evidente che questa consiliatura sia stata tra le più difficili anche per i pochi fondi a disposizione retrocessi dal Governo; per il blocco delle assunzioni; per la quota 100 ma sono certo che nei prossimi cinque anni ci sarà il nuovo rilancio della città. Superati i ritardi Salerno può davvero volare in alto, e la città immaginata dal Governatore Vincenzo De Luca quando era sindaco, finalmente prenderà forma”. 

Focalizzandoci sulle prossime amministrative salernitane, Dario Loffredo non si nasconde e dichiara che si ricandiderà per la terza volta perché crede che il suo percorso politico non sia finito e che ancora può dare tanto alla sua città: “Io faccio il consigliere per passione; ho avuto poi l’onore da parte del sindaco di ricoprire il ruolo di assessore al commercio e alle attività produttive grazie al quale ho maturato un’esperienza formativa importante. Far politica per la mia città mi piace proprio perché amo la mia città e opero nel mio ruolo con amore e come se fosse il mio primario lavoro. Vengo in ufficio fin dalle 8 del mattino e vado via quando finisco senaz limiti di orario. Spesso questo mi toglie tempo ai miei figli, alla mia famiglia, ma è un atto di responsabilità che voglio onorare fino all’ultimo giorno. Mi candiderò accanto al sindaco uscente, Vincenzo Napoli, persona seria, perbene, colta, disponibile al dialogo e credo che meriti la ricandidatura perché ha lavorato bene. Se continuerò nel mio ruolo, se i cittadini continueranno a darmi fiducia, io sarò ben felice di rappresentarli. Se dovesse accadere il contrario avrò la coscienza a posto per aver fatto tutto ciò che era possibile per la mia città e spero di aver lasciato un buon ricordo anche perché sicuramente nessuno potrà mai dire che non mi sono reso sempre disponibile, che non sono stato ad ascoltare la gente, che non ci ho messo la faccia e soprattutto che non sono stato una persona perbene. Vito che però ci metto faccia, cuore e volontà ho un sogno nel cassetto; quello di ricostruire e portare all’antico splendore la nostra città e sono certo che ripartendo dalle cose che abbiamo fatto, ci riusciremo. Salerno ritornerà in alto e sono anche certo che i cittadini sapranno scegliere tra le proposte serie e di chi in tanti anni, anche con tante difficoltà, ha saputo fare i fatti. A livello personale spero che i cittadini sapranno premiarmi ma di più premiare il mio impegno” – ha concluso Dario Loffredo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *