Reggina – Salernitana pareggio a reti bianche; Djuric che sbaglia un rigore

Nel posticipo della 20ª giornata al “Granillo” di Reggio Calabria pareggio a reti bianche tra Salernitana e Reggina. Un punto che consente i granata di raggiungere al secondo posto in classifica Monza e Chievo Verona. Inizia la gara sotto la guida dell’arbitro Abisso di Palermo e al 3’ padroni di casa subito pericolosi con una conclusione di Menez che termina di poco a lato. Al 10’ il neo acquisto amaranto, Edera, spreca un’ottima occasione calciando alto da posizione favorevole. Al 39’ ancora pericolosi i calabresi: cross di Foulorushno e colpo di testa di Loiacono, para Belec. Anche Montalto ci prova ma nulla di fatto. Nel secondo tempo, ghiotta occasione per i granata: al 51’ Gondo viene atterrato da Nicolas, sul dischetto va Djuric ma lo stesso Nicolas riesce a deviare il tiro con un prodigioso intervento salvando il risultato. Al 62’ è la Reggina a recriminare un rigore per un fallo di Bogdan che trattiene Montalto ma per l’arbitro si può proseguire. La gara si avvia verso la fine, le squadre sono stanche ma c’è ancora il tempo all’82’ di seguire l’ultima azione pericolosa della gara con Montalto che di testa impegna l’ottimo Belec. Triplice fischio, un punto importante anche per la Reggina che in coda stacca la Reggiana e si piazza al quint’ultimo posto.

A fine gara il tecnico Castori si ritiene soddisfatto della prestazione dei suoi: “La Reggina è partita forte e ci ha messo in difficoltà in avvio. Abbiamo patito un po’ il cambio forzato di Cicerelli, ma col passare dei minuti la squadra è entrata in partita. Nel secondo tempo abbiamo fatto molto meglio, giocando ad alta intensità. C’è il rammarico del rigore sbagliato, ma sono contento della prestazione. Sono soddisfatto del mercato perché abbiamo puntellato l’organico nei ruoli in cui aveva palesato piccole lacune. Piano piano anche gli ultimi arrivati si inseriranno appieno, dopodiché potremo solo crescere e migliorare ulteriormente. È stata una partita molto dura; accettiamo il verdetto del campo, ma io guardo soprattutto la prestazione: stiamo ritrovando quei ritmi che hanno contraddistinto gran parte del nostro girone d’andata e questo è l’aspetto più importante dal momento che la nostra forza si basa soprattutto sull’intensità. Sono molto contento anche della vivacità e dalla qualità che ha dato chi è partito dalla panchina: in un campionato così lungo ed estenuante c’è bisogno dell’apporto di tutti e stasera ho avuto l’ennesima dimostrazione che in questa squadra ognuno può dare un contributo importante” – ha dichiarato il tecnico granata.

Dall’altra parte uno dei protagonisti del match, il portiere Nicolas ha dichiarato ai microfoni di DAZN:

“È stata una partita molto dura, con un campo pesante a causa della pioggia. Il match analyst mi ha fatto vedere i rigoristi, su Djuric però non ero preparato. È stato istintivo il gesto, ci siamo beccati nel corso della partita, ma questo è il calcio. Obiettivo? Dobbiamo fare più punti possibili. Adesso non si può più sbagliare, è importante tenere la testa alta. Il gruppo mi ha accolto benissimo, noi nuovi arrivati abbiamo subito cercato l’unione” – ha affermato l’estremo difensore reggino.

Il tecnico Baroni è sicuro su un rigore negato alla Reggina: “Parlano le immagini, e aggiungo che ci sono dei dubbi anche sul rigore dato a loro, visto che la posizione di partenza di Gondo mi pare irregolare. Al di là degli episodi contestati, sapevamo che giocare contro questa squadra non era facile. Siamo stati bravi, abbiamo creato 3-4 azioni nitide. La defezione a destra che ha obbligato Loiacono a fare il terzino ci ha condizionato. La Salernitana lancia sull’attaccante, ti fa abbassare e poi con grande fisicità gioca sulle seconde palle, interpretando benissimo questo canovaccio. Sono soddisfatto della prestazione, la nostra squadra ha margini di miglioramento importanti e adesso possiamo contare sul contributo anche dei nuovi acquisti” – ha analizzato l’ex tecnico del Benevento.

IL TABELLINO

Reggina – Salernitana 0 – 0

Reggina: Nicolas, Cionek, Stavropoulos, Loiacono, Menez (36’ st Bellomo), Bianchi, Edera (36’ st Micovschi), Crimi, Montalto (44’ st Denis), Foulorushno, Liotti (47’ st Dalle Mura). All. Marco Baroni A disposizione: Guarna, Plizzari, Delprato, Faty.

Salernitana: Belec, Coulibaly (20’ st Kiyine), Mantovani, Gondo (20’ st Tutino), Cicerelli (16’ pt Durmisi), Djuric, Di Tacchio (20’ st Schiavone), Kupisz, Gyomber, Bogdan, Capezzi. All. Fabrizio Castori A disposizione: Adamonis, Sy, Aya, Anderson, Dziczek, Veseli.

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo.
Assistenti: Enrico Caliari (sez. Legnago) – Alessandro Cipressa (sez. Lecce).
IV Uomo: Ivano Pezzuto (sez. Lecce).

Ammoniti: Montalto, Nicolas, Loiacono (R), Gondo, Di Tacchio, Coulibaly, Kiyine, Bogdan (S).

Angoli: 4 – 2

Recupero: 2’ pt, 3’ st.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *