De Luca: “Riaprite i manicomi per vicende in Senato. Stop mercato nero dei vaccini”

di Maria Francesca Troisi

Nel consueto appuntamento settimanale del venerdì, il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca commenta i principali avvenimenti dell’ultima settimana.

Joe Biden nuovo Presidente Stati Uniti
“Grande soddisfazione per l’insediamento del nuovo presidente degli Stati Uniti d’America Joe Biden. Ci auguriamo che anche nei confronti dell’Europa si restituisca il rapporto d’amicizia interrotto dal suo predecessore”.

Crisi di governo
“Quello che abbiamo visto in Senato determina la misura più urgente del Paese, che si conferma essere quella della ‘riapertura dei manicomi’.
Per non parlare di quei due “giovanotti” che sono tornati a votare dopo aver fatto un giro per Roma (Nencini e Ciampolillo ndr)…
Comunque vada, la crisi finirà male, sia in caso di elezioni anticipate che prolungamento di questo calvario. Siamo un Paese che finché non sbatte la testa contro il muro non ritrova l’unità nazionale”.

Distribuzione vaccini
“Abbiamo contestato il piano del governo, penalizzante per la regione Campania. Un piano rapportato a due parametri: numero di dipendenti nelle strutture sanitarie e numero di anziani nelle strutture assistite, ma avere il doppio di residenze assistite non significa avere il doppio di anziani. Tutto quello che è venuto dopo è rapportato a quel piano.

Stiamo discutendo con il commissariato straordinario Domenico Arcuri sulla distribuzione dei vaccini: per questa e prossima settimana noi ci troviamo con 135mila vaccini tenendo conto di un taglio del 10% da parte di Pfizer, Emilia Romagna 183mila, Lazio 179mila vaccini, Lombardia 304mila vaccini, Piemonte 170mila, Veneto 164mila vaccini. Quindi per cortesia non ditemi che rispettiamo criteri oggettivi, è un mercato nero dei vaccini. Abbiamo chiesto un riequilibrio che non è avvenuto. Qualcuno ha detto, sbagliando, che la Campania non ha accumulato le scorte. Questa è una idiozia, perché se noi abbiamo una sotto-dotazione, che scorte possiamo accumulare? Avremo modo di tutelarci e arriveremo a chiedere l’invalidazione del piano di distribuzione approvato 20 giorni fa. Per fine gennaio/inizio febbraio saranno completate le somministrazioni della seconda dose: poi inizieremo con la popolazione residente”.

Obiettivo
“Intendiamo completare la vaccinazione di tutta la popolazione campana entro il 2021. Stiamo lavorando per attrezzare, per la fase 2 (da marzo, con vaccinazione di massa) 150 punti di somministrazione del vaccino”.

Riapertura scuole
“Mentre la ministra Azzolina continuava a ripetere che avrebbe riaperto tutto dal 7 gennaio, abbiamo deciso, come altre regioni, di riaprire le scuole sulla base dei dati dell’epidemia, aspettando passasse il mese di gennaio. Il 25 gennaio dovrebbero riaprire le primarie, come avevamo previsto. Poi – questo dice la sentenza del Tar – riapriremo le altre dal primo febbraio in poi: quello che volevamo ottenere. Abbiamo potenziato il trasporto, con una situazione buona”.

DAD
“I ricorsi contro la didattica a distanza sono fatti come se l’epidemia non esistesse. Come se non fossimo consapevoli dei problemi che si determinano”.

Ammodernamento sistema di trasporto
“E’ entrato in funzione un nuovo treno Trenitalia sulla tratta Napoli-Caserta-Roma per i pendolari, e si procederà con l’inaugurazione di altri treni. Partiranno lunedì i lavori per realizzare nuove reti fognarie a Nocera inferiore”.

Procida Capitale italiana della Cultura 2022
“Fare in modo che diventi promozione del nostro territorio e occasione di promozione turistica, per recuperare i colpi di questi mesi drammatici. Abbiamo deciso in tal senso l’apertura gratuita del Polo museale della Campania”.

Policlinico di Caserta
“Ripartiti i lavori, riconfermando l’impegno della regione per altri 50 milioni di euro, destinati alle attrezzature”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *