Porticciolo di Pastena invaso dagli idrocarburi

Anche nella zona del porticciolo di Pastena, la mareggiata ed il mal tempo di questi giorni di inizio anno, ha rilasciato una spiaggia ricca di alghe e sabbia. Secondo la denuncia del gruppo di attivisti “Figli delle Chiancarelle”, quella massa nero-marrone, anche in questo caso, così come analizzato nel mese di novembre 2020 dall’ARPAC , sempre post denuncia del gruppo stesso, che ha assalito le spiagge (anche Santa Teresa) della città, sia ricca di idrocarburi pesanti probabilmente con la stessa percentuale di quella scorsa ovvero 203 mg/Kg, ovvero +150 rispetto al massimo consentito (rilevazioni ARPAC nel mese di novembre 2020).

Le foto sono di Guglielmo Gambardella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *