Scuole: superiori l’11 gennaio, elementari e medie il 7

Le scuole elementari e medie riapriranno regolarmente giovedi’ 7 gennaio. Le scuole superiori riapriranno al 50% lunedi’ 11 gennaio. Queste le decisione di ieri sera del Consiglio dei Ministri.

“Il problema non è tanto dentro l’aula: è prima e dopo. Ci sono assembramenti, c’è rilassatezza, i ragazzi vanno in giro in gruppo, parlano, fumano, si abbassano la mascherina. Sono gesti normali ma ora rappresentano un pericolo”. Così Massimiliano Fedriga, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia, in un’intervista a ‘la Repubblica’, sulla decisione di chiudere le scuole fino al 31 gennaio. “Riaprirle in un momento come questo, con la curva pandemica che non si abbassa – ha spiegato – sarebbe stato un azzardo, come peraltro dimostrano esperienze di altri Stati europei. Guardate in Germania cosa sta succedendo”. Inutile, a suo dire, fare un tentativo. “Ipotizziamo: se il 7 riaprisse la scuola, poi l’11 con la ridefinizione dei colori ci sarebbero regioni che tornano arancioni e cosa si fa? Si chiuderebbe di nuovo la scuola. Basta con questi stop and go. Sappiamo tutti che le lezioni in presenza sono una priorità ma la scuola ha bisogno di garanzie”, aggiunge. Con il governatore del Veneto, Luca Zaia, “non penso che siamo soli, avremo compagnia nei prossimi giorni. I territori hanno una sensibilità più concreta rispetto al bincolo al contrario che viene utilizzato in qualche ministero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *