Piazza Alario: che lo scempio abbia inizio di un’opera che nessuno ha chiesto

Nonostante le proteste del Comitato “Salviamo Piazza Alario” e la richiesta dell’avvocato Oreste Agosto al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Salerno, questa mattina come se nulla fosse, la ditta della provincia di Napoli, Cherchia Costruzioni, ha cominciato i lavori per la distruzione della pavimentazione di Piazza Alario come base alla futura realizzazione (non si sa in quanto tempo, visto che non è riportato da alcuna parte) del Parco Giochi per bambini. Questa mattina anche il Presidente della Commissione Trasparenza, Antonio Cammarota è intervenuto sottolineando che distruggere Piazza Alario, luogo di tradizione con alberi secolari in virtù di un parco giochi che nessun cittadino ha richiesto : “è un atto demenziale e un delitto contro la città di Salerno”.  Lo stesso presidente ha richiesto la sospensione dei lavori in autotutela e se ne discuterà in consiglio comunale. 

Di seguito il testo del documento controfirmato da 24 cittadini che oreste Agosto ha presentato alla procura della Repubblica così come riportato già da Anteprima24

“I sottoscritti cittadini salernitani, come in calce identificati, con volontà unanime assistiti ai fini del presente atto dall’Avv. Oreste Agosto premettono di aver inoltrato, in data 28/07 scorso, istanza per il riesame in autotutela dell’autorizzazione concessa al Comune di Salerno per la realizzazione di un parco giochi in Piazza Alario per la valutazione dei progetti volti alla rimozione o alla demolizione, anche con successiva ricostituzione, d:ei beni sottoposti a tutela.
E hanno evidenziato, a tale riguardo, che i lavori progettati interessano la maggiore porzione della Piazza arrecandole un danno irreparabile e grave con la distruzione della unitarietà dell’originario progetto architettonico che l’aveva resa meritevole della tutela ai sensi del Decreto Regionale n. 2069 del 19/06/14. Per tutto quanto precede, i sottoscritti cittadini, in forza del profondo legame con la storia e la memoria di questa Città millenaria, richiedono un immediato intervento della magistratura.
Invero, in data odierna, si stanno effettuando lavori di recinzione della piazza Alario, finalizzati all’inizio dei lavori. I cittadini salernitani pertanto rappresentano alla Procura della Repubblica di Salerno di valutare l’emissione di provvedimenti cautelari idonei ed opportuni per evitare la definitiva compromissione della storica piazza Alario di Salerno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *