Enzo mancherai a tutti!

di LUIGI CERCIELLO

Con Enzo Fasano Salerno perde un po’ della sua storia, una storia che parte da lontano.
Una storia quella della destra salernitana che ha visto in Enzo una figura preminente fino all’ultimo minuto, quando, nonostante le forze venissero meno, non si è sottratto ai suoi compiti ed alle sue responsabilità: ONORE ad un vero uomo di destra che come ha sottolineato il senatore Maurizio Gasparri, non è mai venuto meno anche ai suoi valori come la lealtà e il credere nell’amicizia prima di ogni altra cosa: ci mancherai!
Oggi erano presenti tutti! Tutti i suoi più vecchi amici (ed avversari) tutti a rendergli l’ultimo saluto ed una parola di conforto alla famiglia. Persino il Parlamento ha rinviato le votazioni per il Presidente della Repubblica, inizialmente stabilite per le 11 del mattino, per permettere ai tanti amici parlamentari di salutarlo. Erano presenti l’amico di sempre, Gasparri, gli amici di tante battaglie come Sergio Valese, il questore della Camera dei Deputati Edmondo Cirielli, il Ministro per il Sud e la coesione territoriale Mara Carfagna, l’europarlamentare Lucia Vuolo, il coordinatore nazionale di Forza Italia Antonio Tajani, Il presidente della Regione Campania Vincenzo De luca, il sindaco di Salerno Vincenzi Napoli e tantissime altre figure istituzionali locali (a nominarle tutte ci si perde).

Una cerimonia funebre sobria, come lo era Enzo, uomo sempre affabile e disponibile con tutti. Lunghissima la storia politica di Fasano: iniziata a via Diaz nell’MSI, tra i banchi del consiglio comunale di Salerno per passare poi alla Regione ed infine al Parlamento romano. Un uomo che ha fatto la gavetta, schietto e carnale, un politico di razza (specie in estinzione). Mancherà la sua esperienza, la sua guida, i suoi consigli, mancheranno i suoi affettuosi guagliò (con annesso scappellotto). Ciao Enzo che la terra ti sia lieve rimarrai sempre uno di noi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.