“Arte in vetrina”, l’evento della rinascita dell’arte a Salerno

di Mirko Cantarella

Dal 7 dicembre e fino al 10 gennaio 2021 le vetrine dei negozi salernitani sono riempiti di opere d’arte di ben 39 artisti salernitani. L’evento si chiama “Arte in vetrina” promosso dalla CAPIT- associazioni e circoli di promozione sociale-, a cura di Antonio Angieri, con la direzione artistica di Laura Bruno. Indubbiamente un’idea innovativa ed originale per far veicolare l’arte, la cultura e la letteratura aldi la di una semplice location espositiva. Una manifestazione che ha il sapore della rinascita e del recupero dell’autonomia artistica dopo il periodo buio vissuto con la pandemia da Covid-19. Ogni artista ha scelto le proprie attività commerciali dove ha esposto la propria arte tra pittura, disegno, letteratura, scultura. Sono stati inseriti nel contesto anche due libri  in memoria di Lanfranco Cirillo e Felice Tommasone, due scrittori salernitani. Segno distintivo della manifestazione è un nastrino o fiocco rosso. Tra gli artisti presenti Zhena una delle figure più carismatiche e innovative del panorama pittorico ed artistico salernitano. Parlando di libertà e libertà espressiva, Zhena è l’esempio di ciò in quanto incarna l’arte come liberazione dalla prigione della geometria. Le sue opere possono trovarsi nelle note attività commerciali salernitane Camiceria Giovanni Lamberti, Gravagnuolo e Gioielleria Giaquinto. Di seguito le foto delle sue tre opere.

Mirko puoi scrivere se vuoi su Arte in Vetrina dove ho partecipato nelle vetrine di tre negozi sul C.so Vittorio Emanuele. Gioielleria Giaquinto e Pedrizzi… Gravagnuolo..e.Camicie Giovanni Lamberti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *