Via alle vaccinazioni anti covid nelle farmacie

Via libera alle vaccinazioni anti-Covid nelle farmacie:
i farmacisti possono somministrare direttamente il
vaccino, previa la frequenza di corsi di abilitazione
organizzati dall’Istituto superiore di sanità, ma
saranno esclusi dalla vaccinazione i soggetti ad
estrema vulnerabilità o chi abbia avuto pregresse
reazioni allergiche gravi. Le modalità operative per
la partecipazione dei farmacisti alla campagna vaccinale
sono indicate nell’ Accordo quadro tra governo,
Regioni, Federfarma e Assofarm per la somministrazione
da parte dei farmacisti dei vaccini anti SarsCov2,
firmato ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza.
La prima città in Italia è stata Genova per la grande
soddisfazione del sindaco Marco Bucci. Ma cosa ne
pensano i farmacisti salernitani? Secondo i commenti
di molti farmacisti in città, quasi tutti sono propensi
a dare il proprio assenso se ciò serve a velocizzare le
pratiche vaccinali ed il ritorno alla normalità. Molti
sono perplessi sulle location in quanto molte farmacie
sono piccole e probabilmente non possono assurgere
a luoghi utili alla vaccinazione. Quindi i farmacisti
chiedono anche delle garanzie in merito sia per la
sicurezza propria che per dare sicurezza al cittadino.
Sul tipo di vaccino, dovrebbe essere l’ormai famoso
Johnson & Johnson che, a differenza di Pfizer-BioNTech
e di Moderna, basati su RNA messaggero,
utilizza un virus (Adenovirus 26, o Ad26) ed è monodose
il che presuppone anche una certa facilità di
inoculazione rispetto agli altri che avrebbero poi bisogno
del richiamo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *