Draghi su scuole in Campania: “Si cambia”

di Daniela Pastore

Il presidente del Consiglio Mario Draghi ha appena annunciato in conferenza stampa la riapertura delle scuole fino alla prima media subito dopo Pasqua. Con il nuovo dpcm, che entrerà in vigore dopo il 6 aprile, asili nido, elementari e prima media potranno ripartire dal momento si è visto che la scuola di per sé è un punto di contagio limitato. E’ stato ribadito che la vera fonte di contagio è tutto ciò che avviene attorno alla scuola, ovvero l’utilizzo dei trasporti e le attività parascolastiche, che causano la maggiore circolazione del virus. La decisione è stata presa alla presenza dei vertici del Cts e dei rappresentanti delle forze di maggioranza. “Le misure che abbiamo adottato nelle ultime settimane – ha detto Speranza – ci hanno permesso di vedere dei miglioramenti, sia nell’Rt, sceso a 1.08 rispetto all’1.16 della scorsa settimana, sia nel tasso di incidenza. Ci possiamo consentire una scelta per dare un segnale a un pezzo strategico e decisivo della nostra società. In cabina di regia abbiamo deciso di dare questo tesoretto alla scuola”, ha aggiunto il ministro Speranza.

Per quanto riguarda l’apertura delle scuole in Campania, il presidente Draghi ha affermato che le scelte fatte a livello di governo regionale dovranno essere riconsiderate alla luce di una riaffermazione del governo che considera la scuola in presenza un obiettivo primario della politica nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *