“Dopo Natale freddo e fame”. Mio, Acs e Aispe scendono in piazza a Salerno

I commercianti di Acs e Aispe decidono di scendere in piazza in seguito alle nuove restrizioni imposte dal governo, contestando ancora una volta la gestione della pandemia giudicata inadeguata e discriminatoria nei confronti degli operatori del settore. L’appuntamento è a Piazza Amendola alle ore 11 di domattina. “Dopo Natale Freddo e Fame, così recita un vecchio proverbio ed è per questo, che anche dando seguito alla serrata nazionale del 7 ed 8 gennaio organizzata da Mio Italia – hanno affermato gli esercenti in una nota – visto il perdurare delle incertezze normative, la mancanza di indennizzi e ristori promessi, il perpetrarsi di gestione pessima ed approssimata della pandemia da COVID19, la mancanza di regole chiare per il settore, ha deciso di scendere in piazza al fianco dei tanti colleghi che domani protesteranno a partire dalle 11.00 domani 12 gennaio 2021 in piazza Amendola a Salerno”. “Il flash mob organizzato da A.I.S.P. E da A. C. S. – proseguono gli operatori commerciali che domani scenderanno in piazza – si rende necessario per mettere ancora una volta in evidenza il drammatico momento che vede maltrattare esclusivamente le nostre attività ingiustamente, e senza fondamenti scientifici vessate da restrizioni e divieti che inevitabilmente ci porteranno al fallimento
siamo alla disperazione, i nostri dipendenti sono senza le Cig, noi senza speranza, e con uniche certezze periodi bui e freddi, che presto coinvolgeranno inevitabilmente le attività a noi collegate e l’intero comparto”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *