V-Day. Salvini: “De Luca toglie il vaccino a medici e infermieri”

Di Maria Francesca Troisi

Dopo l’europarlamentare e dirigente di Forza Italia, Fulvio Martusciello, anche Matteo Salvini ha condannato il gesto di Vincenzo De Luca, che questa mattina si è sottoposto alla vaccinazione contro il Covid, avviando simbolicamente la campagna di vaccinazione anche in Campania.

De Luca salta la fila e toglie il vaccino a qualcuno che ne aveva più bisogno – scrive Salvini –
Il presidente De Luca si fa vaccinare ma non è in lista: le dosi erano solo per medici e infermieri”.

Dal canto suo, Martusciello aveva detto: “De Luca? Ha saltato la fila. Non aveva alcun titolo per togliere una fiala a un operatore sanitario, eppure lo ha fatto. Senza decenza. Senza rispetto. Ha saltato la fila e si è preso la fiala. Nessun Presidente di Regione nel V-Day si è vaccinato. Tutti hanno detto ‘vengono prima gli operatori sanitari’, anche perché le fiale erano poche e non bastavano per tutti. Nessuno tranne De Luca che ha saltato la fila e si è presentato con la camicia tirata. Un atto di arroganza verso i tanti ospiti nelle case di riposo per anziani verso gli ottantenni che invece erano categoria prioritaria – aggiunge – De Luca ha saltato la fila ed è scappato con la fiala del vaccino. Non era destinata a lui ma a un infermiere, a un anziano, ed invece l’ha presa lui. Arroganza al potere”.

De Luca, tra i primi politici italiani a sottoporsi al vaccino, aveva dichiarato: “Mi sono vaccinato. Dobbiamo farlo tutti nelle prossime settimane. È importante per vincere la battaglia contro il Covid 19 e tornare alla vita normale. Senza abbassare la guardia e rispettando le norme. Questa è una giornata simbolica, ma quando inizia la vaccinazione di massa dei cittadini ci vogliono criteri seri, rapportati alla popolazione, ogni altro criterio sarebbe da mercato nero. Quando comincia a metà gennaio la vaccinazione per tutti – ha sottolineato – pretenderemo la distribuzione del vaccino alle Regioni proporzionale alla popolazione residente, niente di più e niente meno”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *