Fsba. Pagata a circa 8000 imprese artigiane fino al mese di settembre, persistono circa 900 pratiche irregolari.

L’EBAC, l’Ente Bilaterale per l’Artigianato della Campania, attraverso il FSBA – Fondo di Solidarietà per l’Artigianato ha versato la Cassa Integrazione a tutto il mese di settembre alle circa 8.000 imprese artigiane per circa 20.000 dipendenti in regola con la documentazione. E’ stato uno sforzo considerevole messo in campo dalla struttura dell’EBAC. Da una verifica effettuata presso gli uffici sono risultate irregolari, regionalmente, n. 888 domande effettuate in questo anno. Tali domande risultano così suddivise provincialmente: Avellino n. 88, Benevento n. 45, Caserta n. 98, Napoli n. 390, Salerno n. 168, Varie n. 94. Le irregolarità maggiori riguardano: a) accordo sindacale non allegato alla domanda n. 467, accordo sindacale non valido n. 416. Pertanto si fa appello a tutte le imprese che hanno prodotto domanda di Cassa Integrazione per COVID 19 e non hanno ricevuto il pagamento a regolarizzare, al più presto, la propria posizione. “L’Ente Bilaterale e il Fondo FSBA – hanno affermato Achille Capone ed Anna Letizia, rispettivamente Presidente e Vicepresidente dell’EBAC – sono pronti a fare completamente la propria parte, per sostenere aziende e lavoratori in questo difficile momento affrontando, con equilibrio, ma anche con determinazione tutte le partite ancora aperte. Ci rivolgiamo alle Imprese Artigiane e ai loro Consulenti: regolarizzando la documentazione, l’Ente potrà soddisfare le giuste aspettative di tanti Lavoratori. Negli anni – continuano Capone e Letizia – si è dimostrato che la bilateralità artigiana è in grado di assicurare il sostegno economico ai lavoratori sospesi e, attraverso lo strumento della Carta dei Servizi, alle Imprese Artigiane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *