Salerno 2021. Il M5S apre alle formazioni civiche e lancia quattro simboli

Il Movimento 5 Stelle apre alle formazioni civiche in vista delle prossime elezioni amministrative del comune di Salerno. E’quanto emerso dalla conferenza stampa tenutasi, in via telematica, questa mattina, con la quale i principali esponenti salernitani del primo partito di governo hanno esposto le linee programmatiche per le prossime amministrative. Parola d’ordine sarà non ripetere gli errori del passato, degli anni in cui il Movimento era sostanzialmente chiuso ad altre proposte politiche ed amministrative, ma anzi allargare il fronte con l’apertura ad altre formazioni civiche. Quattro dovrebbero essere le liste federate per la prossima campagna elettorale, e altrettanti i simboli presentati: Liberiamo Salerno, Salerno Bene Comune, Salerno 4.0 ed ovviamente il simbolo del Movimento 5 Stelle. “Continuiamo a far frutto del percorso che ci ha portato in nove anni al governo del paese e a gestire la peggiore crisi dal dopoguerra – ha commentato il sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo – Il nostro obiettivo è quello di uscire da una narrativa che dura da vent’anni, stanca ed obsoleta”. Un plauso all’iniziativa è arrivato anche dagli altri due principali nomi salernitani pentastellati, che hanno sottolineato la necessità di perseverare nella sfida alla coalizione deluchiana. “Un patto civico che possa riunire tutte le forze salernitane che vogliano radunarsi intorno a degli obiettivi ed orizzonti, con il fine di consegnare alla politica un ruolo sincero ed efficace, di trasformare la vita dei cittadini – ha affermato il deputato salernitano Nicola Provenza – Allargare la politica di modo che ci sia un benessere diffuso anche attraverso politiche ambientali è la nostra prerogativa, e lo faremo con tutte quelle forze che si incontreranno con noi su questi temi. La capacità di aggregare i giovani credo possa essere il motore capace di metterci in gioco”. “Sembra di essere tornati dietro di una decina d’anni, quando il M5S si preparò a sfidare la corazzata Potemkin dell’attuale governatore della Regione – ha aggiunto il senatore Andrea Cioffi – Quella campagna elettorale fu bellissima e fu fatta di educazione civica, la cosa bella è che abbiamo voglia ed entusiasmo nel credere che non ci possa essere sempre un uomo solo al comando, che è antitetico rispetto alla gestione culturale e programmatica del M5S, ed è per questo motivo che a livello nazionale ci siamo aperti per affrontare le sfide amministrative. Abbiamo molta forza, energia e voglia, e tutto questo lo vedo anche in città”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *