Omicidio Vassallo, svolta nelle indagini. Nove perquisizioni

Svolta nelle indagini dell’omicidio di Angelo Vassallo, il sindaco pescatore di Pollica ucciso dodici anni fa. Militari appartenenti al Reparto Crimini Violenti del Raggruppamento Operativo Speciale di Roma e della Sezione Anticrimine di Salerno stanno dando esecuzione ad un decreto di perquisizione e sequestro emesso dalla Direzione distrettuale antimafia, nei confronti di nove persone. Tra questi figura anche il colonnello dei carabinieri Fabio Cagnazzo e l’ex carabiniere Lazzaro Cioffi.

I reati oggetto di investigazione sono quelli di omicidio e di associazione per delinquere finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti. L’ipotesi investigativa oggetto di verifica muove dalla premessa che l’omicidio del sindaco di Acciaroli sia stato determinato dalla necessità di impedire che egli denunciasse un traffico di sostanze stupefacenti, di cui era giunto a conoscenza, coinvolgente il porto della località turistica di Acciaroli.

Le indagini della Procura della Repubblica di Salerno diretta dal Procuratore Capo Giuseppe Borrelli, hanno ad oggetto, altresì, lo svolgimento e le reali finalità di una serie di attività investigative poste in essere nella fase immediatamente successiva alla commissione del delitto, in assenza di delega da parte di questa Procura della Repubblica, competente all’accertamento dei fatti – che ebbero quale effetto quello di indirizzare le investigazioni nei confronti di soggetti risultati poi del tutto estranei all’episodio criminoso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.