Al Cigno tornano gli appuntamenti culturali con il libro “Il maestro” di Melanie Francesca

Riprendono gli incontri culturali al “Cigno”, storica attività commerciale di Salerno per la soddisfazione del suo titolare Davide Gatto: “Il libro Il Maestro di Melanie Francesca è un primo passo verso questa sorta di rinascita degli appuntamenti culturali dopo l’obbligatorietà di stop per la pandemia. Ringrazio l’agenzia di Enzo D’Elia per l’organizzazione, c’è il pubblico delle grandi occasioni e questo libro è davvero particolare, un asorta di diario personale romanzato in pochi capitoli”. Il giornalista Alfonso Sarno ha moderato l’incontro dopo l’introduzione di Davide Gatto e gli attori Nunzia Schiavone e Giuseppe Pisacane de “Un posto al sole” hanno recitato dei passi del libro con l’autrice che ha spiegato e interagito con i presenti. Di seguito l’abstract de “Il maestro”.

Dall’osservatorio privilegiato di Abu Dhabi e Dubai, tra una corsa in barca e castelli di sabbia durante il lockdown, Anna osserva il nuovo assetto mondiale dove la differenza tra vita reale e virtuale si annulla e gli uomini si trasformano in esseri internettiani. La rete anestetizza la capacità di provare emozioni vere, allontanandoci l’uno dall’altro e anche dal proprio corpo, mentre la mente corre sedotta dal gioco frenetico del bombardamento digitale, di fronte al quale la concretezza della quotidianità risulta lenta e insoddisfacente. L’unico antidoto a tutto questo sembrano essere gli insegnamenti di un Maestro, figura enigmatica e potente che guida al risveglio interiore attraverso insegnamenti antichi provenienti da un mondo lontano. Vivere nel presente, esercitarsi a non coltivare desideri inutili, conoscere e amare se stessi per essere a propria volta amati; combattere le ossessioni schiavizzanti dei social, dell’ultimo prodotto tecnologico o della fidanzata sempre più giovane e bella. Perché solo l’incontro con gli altri, la ricerca spirituale, il ritorno al vecchio mondo fisico in difesa dell’ambiente, sono le tappe di un processo di guarigione personale che è la vera rivoluzione da cui ognuno dovrebbe partire per salvare il pianeta. Quella di Melanie Francesca è la divertente narrazione della rutilante giostra dubaiana tra il jet set internazionale e una patinata vita familiare – con le problematiche del matrimonio interculturale, del ruolo di madre e moglie da copertina e dell’intramontabile paradossale velleità di paladina dei diritti sociale – ma pure un’accorata riflessione sulla libertà che non può essere strappata con la forza. Come succede ora, in un mondo malato, dove i governi comandati da uomini dominati dal proprio ego carico di cupidigia tengono in scacco le masse derelitte dell’umanità.
«Anche stavolta l’autrice mi ha fatto una grande sorpresa. Ero abituata alla sua satira amara, intelligente, esilarante sulla donna che combatte una solitaria e impossibile lotta femminista negli Emirati, in L’Occidentale o La donna perfetta, e mi sono trovata davanti a una bellissima scrittura, delicata e profonda.» – Barbara Alberti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *