Falcone e Manzo: “Salerno deve diventare una città di approdo turistico e non di passaggio; vogliamo portare opportunità”

di Mirko Cantarella Grande entusiasmo per la presentazione di Fabio Falcone, imprenditore e Alessia Manzo Mental Coach, fondatori dell’associazione Salerno al futuro e candidati nella lista Centro Democratico che appoggia la candidatura a sindaco di Vincenzo Napoli. Lo stesso sindaco uscente insieme al coordinatore della lista, Vincenzo Marrazzo, erano presenti. Falcone è stato molto deciso nel suo intervento applaudendo l’uscente amministrazione comunale che egregiamente ha … Continua a leggere Falcone e Manzo: “Salerno deve diventare una città di approdo turistico e non di passaggio; vogliamo portare opportunità”

Donnarumma: “Mobilità, ambiente, competenze tecniche, inevitabili per la crescita di Salerno”

di Mirko Cantarella Alfonso Donnarumma si è candidato alle prossime elezioni amministrative di Salerno con la lista del partito “Centro Democratico”, a supporto del sindaco uscente Vincenzo Napoli, ed ha le idee chiare su alcuni punti programmatici che ritiene fondamentali per la città di Salerno: “I punti su cui focalizzo la mia campagna elettorale sono strettamente legati alla mia esperienza lavorativa: Mobilità ed Ambiente. Personalmente, … Continua a leggere Donnarumma: “Mobilità, ambiente, competenze tecniche, inevitabili per la crescita di Salerno”

Cecilia Pisanti: “La società non ci deve rendere handicappati: l’incentivazione alla cultura deve contribuire alla dignità nella nostra città con un conseguente giusto lavoro”

di MIRKO CANTARELLA Chi è Cecilia Pisanti? Una ragazza di 36 anni nata e cresciuta a Salerno. Cecilia ha una disabilità causata da una malattia neurologica degenerativa, diagnosticata quando aveva 15 anni. Ingegnere meccanico dal 2006 alla triennale e dal 2008 alla quinquennale, laureata con 110 e lode, ha un dottorato di ricerca nel 2012, con circa una ventina di pubblicazioni scientifiche. “Ho fatto due … Continua a leggere Cecilia Pisanti: “La società non ci deve rendere handicappati: l’incentivazione alla cultura deve contribuire alla dignità nella nostra città con un conseguente giusto lavoro”