Calenda e Paragone peggiori in campo; lo dice Monaco: “il nulla cosmico condensato nel niente”

Amedeo Monaco, storico esponente ed attivista politico della destra salernitana in un sua analisi sui nuovi schieramenti politici in vista delle elezioni del prossimo 25 settembre decide che la palma dei peggiori va ad Italexit e ad Azione. Monaco tiene a precisare che non c’è niente di personale e nè tende a screditare umanamente le due figure politiche di riferimento ma si limita ad una pura analisi dell’andamento dei due nuovi movimenti creati.

“A mio avviso, dice Amedeo, a questi 2 va il premio “peggiori in campo” della partita per le prossime elezioni politiche.

PARAGONE è una sorta di bluff; eletto nel Movimento 5 stelle, il fondatore di Italexit, che si ritiene tanto intelligente e preparato da sapere cosa serva al paese, probabilmente non aveva invece capito quanto fosse deleterio l’M5S. Infatti ha portato acqua a quel mulino fino a farsi eleggere in quel movimento uno “stigma” a mio avviso indelebile e che, da solo, da la dimensione dell’uomo politico.

CALENDA, al contraio, è reale, ed è proprio in questa sua condizione che risiede il suo problema, un “tronfio”, un “pallone gonfiato” che ha sulla lingua sempre “lo”, “io sono”, “io ho fatto” tipo “io sono Io e voi non siete un ca…” (ma almeno Sordi faceva ridere), ma alla fine chi è sto Calenda? Calenda è in politica l’espressione massima del peggio che l’Italia possa rappresentare, uno che non ha mai seminato nulla ma ha sempre raccolto molto, il nulla cosmico condensato nel niente.

Il peggiore voto che si può esprimere è il voto ad uno di questi due”.

Analisi dura di Amedeo Monaco che mette in risalto in sintesi, come la presunzione di Calenda e Paragone possa essere la loro stessa arma di distruzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.