Occhio alle licenze! Scattano i controlli per stabilimenti balneari, spiagge libere e noleggiatori di Salerno, Vietri e Cetara

di Sabrina Gambaro

Gli ultimi giorni di maggio stanno facendo svuotare gli armadi dei tanto amati maglioni di lana in favore dei pantaloncini e dei costumi da bagno. Insomma, la stagione estiva sembra essere arrivata dirompente e con diverso anticipo rispetto agli anni passati!

A prepararsi per l’ormai imminente “primo tuffo” sono anche gli stabilimenti balneari! A partire dalla mattinata odierna, questi saranno sottoposti a controllo militare dai Carabinieri del Comando Compagnia di Salerno.

Infatti, ad anticiparsi è anche la consueta campagna di monitoraggio degli stabilimenti balneari (prevista originariamente per il primo di giugno). Questa interesserà tutti quelli presenti su tutta la costa salernitana, inclusi i comuni di Vietri sul Mare e Cetara. Un lavoro svolto unitamente a personale della Polizia locale e a personale della Capitaneria di Porto di Salerno.

Al vaglio saranno i gestori balneari, spiagge libere e noleggiatori di attrezzature da spiaggia.

gestori degli stabilimenti, al passaggio della volante, dovranno esibire le regolari licenze e concessioni. Inoltre dovranno rispettare alla lettera le prescrizioni previste per gli spazi da occupare con lettini e ombrelloni “fissi”.

Proprio relativamente al primo aspetto, è alta l’attenzione dell’Arma dei Carabinieri che si assicureranno che le strutture siano ben attrezzate.

Sotto lo sguardo attento dei Carabinieri passeranno anche le tanto spesso affollate “spiagge libere” al fine di garantire ai cittadini la loro fruizione. A tal riguardo i controlli verteranno sul rispetto dei limiti perimetrali nei confronti degli stabilimenti e di chi esercita l’attività di noleggio delle attrezzature da spiaggia.

Proprio questi ultimi, poi, dovranno essere in possesso dei requisiti previsti e delle relative licenze. Inoltre, la loro attività non dovrà svolgersi in maniera indiscriminata. Tutto deve essere subordinato all’effettiva presenza e all’effettiva necessità del bagnante che ne fa richiesta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.