Piazza della Libertà, dalla pietra lavica all’erba

La pavimentazione di piazza della Libertà doveva essere la più bella d’Italia. Pietra lavica, ottenuta direttamente attraverso una gara d’appalto lampo, per pavimentare la mega piazza sul mare e sul Crescent. Ma oggi, al di là dei primi scollamenti, sul piazzale cresce addirittura l’erbetta. Segno che qualcosa è andato storto, sia sotto il profilo della messa in opera ma soprattutto della manutenzione. L’opera, inaugurata solo a settembre, alla vigilia dell’apertura delle urne in città, ha già il sapore del vecchio e trasandato. La stessa fontana e le stesse alberature versano in condizioni di più completo abbandono. Eppure non si contano i milioni di euro utilizzati per realizzare quest’opera che già dopo qualche mese è lasciata al proprio destino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.