E’ festa all’Arechi: la Salernitana vola sulle ali dell’entusiasmo e travolge la Fiorentina

Il sogno della Salernitana continua davanti a 21mila (20920 presenti) tifosi dell’Arechi, che spinge e soffia il pallone in porta per più di…due volte. Milan Djuric la apre al nono minuto portando in vantaggio l’ippocampo, poi il pareggio di Saponara per la Fiorentina durante la seconda fase e ancora Federico Bonazzoli raddoppia e chiude un match visibilmente dominato dai granata guidati da mister Davide Nicola. Lo stesso Nicola che sembra partecipare alla partita sul rettangolo verde insieme ai suoi giocatori per oltre 90 minuti. La Salernitana vince per 2 a 1 e si mette a 25 punti in classifica, superando il Venezia reduce dalla sconfitta di ieri contro l’Atalanta. La festa è tutta dei presenti che gioiscono insieme a chi su quel campo ha sudato realmente la maglia. Al triplice fischio finale esplode lo stadio e anche la gioia tra i giocatori che corrono ad abbracciarsi e a salutare i sostenitori sotto la Curva Sud. Sulle poltrone rosse della tribuna d’onore c’è Cannavaro ma non il presidente Iervolino per un’indisposizione. Prima annunciata e poi disdetta anche la presenza di Matteo Renzi insieme al governatore Vincenzo De Luca che dà ulteriormente forfait. Qualche piccolo scontro prima del match – però – ha sporcato la festa. I tifosi della Fiorentina sembrerebbe non scortati, hanno effettuato il transito con alcuni bus davanti la storica pizzeria Salernitana, cercando proprio lo scontro. Da lì i tafferugli e la Digos costretta ad intervenire e a proseguire le indagini per tutta la durata della partita. Adesso sotto con…l’Atalanta. La Salernitana ci crede un po’ di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.