Morra in Prefettura a Salerno: ”Mafia? Qui infiltrazioni e radicamento maggiori di quanto si pensi”

di Brigida Vicinanza

“Le mafie si sono abbondantemente infiltrate e radicate. C’è molta più mafiosità di quanto non si possa immaginare”. A dirlo, il presidente della Commissione parlamentare antimafia, il senatore Morra a margine delle audizioni svoltesi in Prefettura questa mattina a Salerno. “Voi, a Salerno, – ha aggiunto Morra – avete avuto anche casi di coinvolgimenti, in indagini giudiziarie, da parte di magistrati, da parte di ex generali della Guardia di Finanza che si erano trasformati in imprenditori che procedevano in maniera criminale,avvalendosi di un assoggettamento ad interessi delinquenziali di chi doveva esercitare una funzione nobilissima e importantissima come quella giudiziaria”.

“Avete avuto – ha proseguito il presidente della Commissione parlamentare antimafia – anche problemi in cui sono finiti i consiglieri regionali molto prossimi al governatore della Regione Campania. Tutto questo deve far comprendere come questo territorio è funestato, da criminalità organizzata specializzata nella commissione di reati ambientali. Nello sfruttamento del lavoro, faccio riferimento al caporalato, agli interessi che stanno emergendo dal punto di vista turistico su zone che hanno avuto un boom vero e proprio nel corso degli ultimi anni, penso al Cilento”. 

“Questa situazione dimostra che  le mafie non si stanno infiltrando, sono già abbondantemente infiltrate. Il fatto stesso che qui ci siano state notevoli richieste di proposte di sequestri e notevoli sequestri  – ha concluso Morra – e tante segnalazioni per operazioni sospette dà l’idea di una criminalità organizzata che non è affatto agli inizi dell’opera, ma è molto molto avanzata”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *