Arrestato il pm Roberto Penna

di Brigida Vicinanza

Il gip di Napoli ha emesso una misura cautelare in carcere (con il beneficio degli arresti domiciliari) nei confronti di Roberto Penna, all’epoca dei fatti contestati sostituto procuratore del Tribunale di Salerno. Insieme a lui Maria Gabriella Gallevi, avvocato del Foro di Salerno e gli imprenditori Francesco Vorro, Umberto Inverso e Fabrizio Lisi. Gallevi è la compagna di Penna, mentre Fabrizio Lisi è un ex generale della Finanza. I reati contestati sono corruzione per l’esercizio delle funzioni, corruzione per atto contrario ai doveri d’ufficio, corruzione in atti giudiziari e induzione indebita a dare o promettere utilità. Le indagini sono dei carabinieri. Secondo l’accusa il magistrato, che era stato perquisito già a luglio, avrebbe fornito informazioni coperte da segreto investigativo, in merito ad alcune inchieste che sarebbero state condotte dallo stesso pm. Vicende legate a presunti abusi edilizi, a ipotesi di irregolarità nel corso dell’attività dell’imprenditore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.