OBBLIGO VACCINALE E OBIETTORI DI COSCIENZA

di Donato Salzano

Winston Churchill decretò l’obiezione di coscienza nel pieno della seconda guerra mondiale, quando i cieli di Londra e le libertà erano minacciati dalle V2 naziste, mai nessuno però si permise di dargli del disertore o peggio traditore della Patria, né tantomeno gli obiettori furono additati come tali. Oggi il Governo dei (sic!) “migliori” e le loro propaggini regionali invece al contrario decretano a “babbo morto” l’obbligo vaccinale per discriminare gli obiettori, mentre Rita Bernardini e il Partito Radicale danno corpo alla lotta nonviolenta, per scongiurare il flagello nelle carceri dovuto alla diffusione del virus.
Questi i “buoni a nulla” e appunto per questo “capaci di tutto”, ma proprio di tutto. Delta e Omicron sentitamente ringraziano .. DOVE C’E’ STRAGE DI DIRITTO, C’E’ STRAGE DI POPOLI! (Cit. Marco Pannella).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.