Salernitana: tifo da scudetto

Se in campo c’è una Salernitana che proprio non riesce a giocare da A sugli spalti c’è un tifo da qualificazione Champions League se non da vittoria scudetto. Ieri sera, all’ingresso di Juventus e Salernitana sul terreno di gioco, nel giorno del primo sold-out all’Arechi, il primo in massima serie, i tifosi granata hanno dato vita, grazie all’ennesima idea geniale di Gigi Pacifico, ad una coreografia mozzafiato con un cuore al centro trafitto da una spada tra due cavallucci marini che si guardano e la scritta in basso “L’ammore overo”, titolo di un brano del rapper salernitano Rocco Hunt ma anche esempio della passione immensa che i supporters della bersagliera hanno nei confronti della propria città e della propria squadra di calcio come difficilmente si vede in altri campi. Lezione di tifo, lezione di vita in un momento critico per la società granata dovuto agli ormai fatti noti della vendita ancora non avvenuta della società (il 31 dicembre si avvicina sempre più inesorabilmente) condita da un fallimento sportivo sotto gli occhi di tutti che a fine gara è stato contestato dalla tifoseria con un Fabiani vattene ma anche verso tutta la pseudo società che, si spera ancora per poco, sta gestendo il club.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *