Pnrr, riqualificazione immobili abbandonati: Giunta approva progetto nuovo Polo tecnologico

Un nuovo Polo tecnologico dei sistemi agroalimentari mediterranei nella città di Salerno. La proposta, per un investimento totale di 40 milioni di euro, è stata accolta dalla giunta comunale guidata dal sindaco Vincenzo Napoli che ha dato parere favorevole all’idea progettuale avanzata dal Consorzio Universitario per la Ricerca Socio-Economica e per l’Ambiente – Organismo di diritto pubblico riconosciuto dal MIUR che promuove il raccordo fra ricerca teorica e applicazione pratica nei campi delle discipline sociali, economiche e della tutela dell’ambiente naturale – di riconvertire un complesso immobiliare abbandonato, sito in zona Lamia, nel nuovo polo di studi e ricerca. La proposta progettuale predisposta dal CURSA prevede il recupero, completamento e rifunzionalizzazione del complesso, di proprietà del comune di Salerno, con la realizzazione di laboratori, sala congressi, aule per la formazione, aule studio, oltre che alla realizzazione di serre esterne, in cui sperimentare modalità di coltivazione con il supporto delle moderne tecnologie, e campi sperimentali, con una intera riqualificazione dell’area. Il progetto rientra nell’ambito dell’avviso pubblico indetto dall’Agenzia della Coesione territoriale “per la manifestazione di interesse per la candidatura di idee progettuali da ammettere ad una procedura negoziale finalizzata al finanziamento di interventi di riqualificazione e rifunzionalizzazione di siti per la creazione di ecosistemi dell’innovazione nel Mezzogiorno”. Al fine di reperire i fondi necessari alla realizzazione della proposta progettuale, il CURSA – si legge in una delibera – ha chiesto al Comune di Salerno di partecipare alla manifestazione di interesse. Il progetto è supportato dal partenariato costituito dal CURSA (Ente capo fila), insieme al CIRSPE – Centro Italiano Ricerche e Studi per la Pesca, Agriadvisor società cooperativa, Centro Studi e Ricerche per il Mezzogiorno e Fondazione European Biomedical Research Institute of Salerno. Il costo complessivo dell’intervento è stimato in 40.000.000 euro ed è interamente a carico del finanziamento nazionale richiesto tramite la partecipazione all’Avviso pubblico ritenuto strategico per l’Amministrazione comunale che ha dato mandato agli uffici competenti di porre in essere tutti gli adempimenti necessari alla candidatura del progetto del nuovo Polo tecnologico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *