Giornata delle Forze Armate, il prefetto Russo ricorda lavoro costante sul territorio per garantire la legalità

La cerimonia commemorativa annuale del Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate coincide, quest’anno, anche con i 100 anni dalla tumulazione del Milite Ignoto nel sacello dell’Altare della Patria. Questa mattina, in piazza Amendola, la manifestazione organizzata dalla prefettura di Salerno in collaborazione con il 19º reggimento cavalleggeri Guide ha registrato poca partecipazione, ma comunque sentita, a causa delle avverse condizioni meteo. Sulle note dell’Inno d’Italia l’alzabandiera nel piazzale antistante il Palazzo di Governo, poi la continuazione della cerimonia si è svolta, infatti, al Teatro Augusteo per poi essere ospitata a Palazzo di Città, nella Sala del Gonfalone, alla presenza delle Autorità civili e delle forze armate. Presenti il Prefetto Francesco Russo, il Questore Maurizio Ficarra, il vicesindaco del comune di Salerno Paky Memoli (assente il sindaco Vincenzo Napoli protagonista, durante lo svolgimento della cerimonia, di un acceso incontro con i dipendenti delle cooperative in protesta sotto i portici di Palazzo Guerra), il presidente della Provincia Michele Strianese, comandanti delle forze armate e amministratori locali. A margine della cerimonia, il prefetto Russo ha sottolineato la presenza delle forze dell’ordine sul territorio e il lavoro costante e quotidiano per garantire la sicurezza dei cittadini. Sulle inchieste giudiziarie delle ultime settimane, con riferimento particolare allo scandalo sulle cooperative del comune di Salerno, Russo ha ricordato ai giornalisti (ritornati a Palazzo dopo quasi venti giorni di porte chiuse) come esse siano la testimonianza dell’operato delle forze dell’ordine sul territorio per garantire la legalità in ogni ambito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.