Appalti truccati a Salerno, Polichetti (Udc): “Su La 7 si è consumata la sceneggiata di una persona sconfitta alle urne. La politica si fa in altre sedi”

“Non ricordiamo di aver mai assistito in politica ad uno spettacolo più squallido e diseducativo di quello inscenato a La 7 in “Non è l’Arena” di Massimo Gilletti ieri sera. Vale a dire la sceneggiata tragicomica di uno sconfitto alle ultime elezioni amministrative al comune di Salerno che, dopo aver provato ad utilizzare senza successo a proprio favore pezzi di un sistema a dir suo corrotto, una volta sconfitto, strumentalizza in maniera squallida quello stesso sistema, umiliando ingiustamente una intera città che è lontana da queste dinamiche perverse e negative. Ci auguriamo che questo modo di fare politica non trovi la approvazione della gente che ha ben altri problemi da affrontare e risolvere nella quotidianità”. Così Mario Polichetti, segretario provinciale, vice segretario regionale e coordinatore nazionale per il comparto Sanità dell’Udc, commenta l’ultima puntata della trasmissione di La 7 che si è occupata dell’inchiesta sugli appalti truccati al Comune di Salerno. Il riferimento è all’avvocato Michele Sarno, candidato sindaco del centrodestra alle ultime elezioni nel capoluogo, ieri sera ospite in studio per raccontare il ‘sistema Salerno’. Il penalista salernitano è, inoltre, legale difensore di Fiorenzo Zoccola, considerato il ‘ras’ delle coop sociali finite nell’inchiesta della procura ed ora in carcere. In trasmissione era presente anche Rita Mazzotti, candidata al consiglio comunale nelle liste di Sarno che ha denunciato di “non aver trovato il suo voto né quello dei familiari nel proprio seggio elettorale” dopo lo spoglio delle schede su cui sono in corso accertamenti sulla regolarità dei conteggi effettuati. “Siamo convinti che questo modo di fare politica non porti a nessun risultato concreto se non a quello di esasperare gli animi già tesi e che, spenti i riflettori, la frustrazione e l’impotenza dei più prendano il sopravvento su tutto. La politica è una cosa seria se fatta con passione, serietà e moderazione ed ha il compito di provare a risolvere i problemi della società e di promuovere il bene comune. Le sconfitte vanno accettate con eleganza e maturità e da esse bisogna avere la forza di ripartire avendo come obiettivo il benessere sociale, la prosperità ed il bene di tutti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *