Pnrr, Carfagna: “Risorse governo per infrastrutture a Salerno, c’è bisogno di amministratori competenti e liberi come Sarno”

di Vincenzo Pisaturo

Al Grand Hotel, il ministro per il Sud e la coesione territoriale Mara Carfagna illustra il lavoro del governo per i progetti per il Mezzogiorno inseriti nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, intervenendo anche nel dibattito della campagna elettorale a Salerno dopo le dichiarazioni del governatore De Luca che ha chiesto agli elettori la fiducia per il sindaco Enzo Napoli per la continuità amministrativa e non interrompere i rapporti tra il Comune, Regione e Governo centrale per le risorse che arriveranno dal Pnrr. Ad accogliere l’ex presidente della Camera dei deputati gli onorevoli salernitani Enzo Fasano e Gigi Casciello, insieme a dirigenti e militari del partito, e il candidato sindaco per le comunali di Salerno Michele Sarno. “Dobbiamo iberare la città dalla cappa asfissiante di potere di De Luca. Noi siamo vicini al ballottaggio con la coalizione di centrodestra a sostegno dell’avvocato Michele Sarno. Non basta raccontare che Salerno è una città europea, bisogna andare a leggere le classifiche sulla qualità della vita. Il manifesto di Michele Sarno credo sia efficace, essenziale, per un voto libero. Esprimiamolo domenica e lunedì senza rassegnazione” ha detto il ministro Carfagna durante il suo intervento. “Da ministro per il Sud è importante poter contare su amministratori liberi e competenti che sappiano rispondere al bene collettivo e non a qualche sistema di potere. Noi siamo impegnati per una nuova visione del Sud. Grazie all’on. Gigi Casciello per il supporto nel lavoro da ministro al governo. Noi vogliamo un Sud che attrae investimenti, che riesce a migliorare la circolazione di merci e di persone, più diritti per tutti senza distinzioni. Sugli investimenti: la nostra collocazione geografica sul Mediterraneo va valorizzata perché strategica, puntiamo all’economia del mare, porti e Zes sono opportunità straordinarie per lo sviluppo del Mezzogiorno. Sono stati stanziati 630 milioni e lavoriamo alla riforma della governance per lo sviluppo dei territori, 50 milioni per le aree portuali e industriali di Battipaglia e di Mercato San Severino. 3 miliardi per i porti italiani, 2.5 per quelli meridionali. 10 milioni per porta Ovest a Salerno, 40 per il dragaggio del porto di Salerno, 15 per il prolungamento del molo Manfredi. Da parte nostra, attenzione anche all’ambiente” ha proseguito il ministro annunciando le risorse del governo per la città di Salerno. “Connessioni rapide e sostenibili, nel Pnrr abbiamo inserito i progetti dei lotti che possono essere ultimati entro il 2026. L’Alta Velocità Salerno-Reggio Calabria a breve sarà realtà, con questo governo sarà completata e saranno ridotti i tempi di percorrenza. Stiamo lavorando ad un decreto infrastrutture specifico e nella legge di bilancio per il collegamento della Fondovalle del Calore per le Aree interne”.

Lascia un commento incontri a montebelluna

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *