Crollo Da vinci; il Codacons si costituisce parte civile. Marchetti: “Il provveditorato deve verificare la sicurezza di tutte le scuole”

Ancora una volta una scuola alla ribalta che non è tragica, solo per l’intervento della Provvidenza.
Un cappotto termico, appena messo da una ditta chiamata dalla dirigenza scolastica – si apprende dalla stampa – è crollato senza arrecare danni né al personale né agli alunni dell’Istituto superiore “Genovese – Da Vinci”.
Si cerca di minimizzare l’accaduto adducendo la colpa “al vento”, ma se fosse accaduto nell’ora di punta dei ragazzi, dei docenti e dei non docenti?
Il CODACONS non minimizza assolutamente e nel ringraziare la sola Provvidenza per il fatto accaduto di notte ed alla vigilia di un giorno festivo per il Santo Patrono, Unico che è intervenuto a far sì che oggi non si pianga qualcuno. chiede che si ricerchino i colpevoli e vengano condannati come è giusto che sia.
“Occorre al più presto accertare le responsabilità – afferma il l’Avv. Matteo Marchetti vice segretario Codacons nazionale – perché circostanze analoghe non accadano più e tutti, i responsabili della Provincia, i dirigenti scolastici, e i responsabili delle ditte sappiano che è preferibile abbassare i guadagni ed alzare la sicurezza e non solo nelle scuole e siano consapevoli che la giustizia sarà inesorabile. Qui non c’è responsabilità solo civile, ma responsabilità penale ed il Codacons si costituirà parte civile”.

Il fatto è molto grave – continua Marchetti – Ho ascoltato i genitori di alcuni studenti dell’istituto e mi hanno detto che gli addetti avevano chiesto agli alunni di camminare sotto muro perchè erano caduti dei calcinacci. La procura deve in breve tempo accertare le responsabilità. Il provveditorato agli studi deve effettuare una richiesta urgente ap Presidente della Provincia affinchè ci sia una verifica su tutte le scuole di loro competenza per evitare altri episodi simili. Una controsoffittatura che cade per intero non è uno scherzo e a tal proposito bisogna che si indaghi anche sull’aspetto fiscale. Vanno controllate tutte le fatture e verificare come sono stati spesi i soldi, individuare l’intero percorso economico”.

Lascia un commento https://www.cronachedellasera.it/dona-incontri/

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *