Comunali: dopo Meloni arriva Franceschini

di VINCENZO PISATURO

I Cinque Stelle replicano al deputato Eva Avossa

Dopo il weekend con Matteo Salvini al Grand Hotel, sabato sera per la presentazione dei candidati al consiglio comunale della lista ‘Prima Salerno’, la civica di ispirazione leghista e Luigi Di Maio in piazza a Pastena a sostegno di Elisabetta Barone, trascorsa anche la tappa salernitana della leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni a sostegno dei candidati sindaci di Battipaglia Ugo Tozzi e Michele Sarno a Salerno, è tempo del ‘soccorso rosso’ per il primo cittadino Enzo Napoli. Oggi, giovedì 16 settembre, presso la Stazione Marittima di Salerno, il ViceCapogruppo del Pd alla Camera dei Deputati Piero De Luca visiterà la struttura ed incontrerà il Presidente dell’Autorità Portuale e gli operatori, insieme alla Capogruppo del Pd alla Camera dei Deputati Debora Serracchiani e la Capogruppo del Pd al Senato Simona Malpezzi. Venerdì invece è il giorno del governatore Vincenzo De Luca che insieme al ministro alla Cultura Dario Franceschini, faranno tappa probabilmente al teatro ‘Verdi’.

Si infiamma, intanto, lo scontro politico a tre settimane dal voto del 3 e 4 ottobre: i Cinque Stelle attaccano a tutto tondo. I deputati salernitani pentastellati accusano l’assessore all’Istruzione e deputata Eva Avossa: “Parlano revisori e dirigenti. Bilancio con vendita di spazi comuni e un po’ di respiro con nostro intervento governativo. Avossa? Per ora ha deciso solo per il doppio incarico”. “Ci sorprende – continuano Angelo Tofalo, Nicola Provenza e Andrea Cioffi – la difesa d’ufficio del megafono dell’amministrazione uscente che nella sua duplice veste, difende l’operato dell’amministrazione comunale indicando un provvidenziale intervento del figlio del governatore Piero De Luca. Non ci stupisce che i salernitani siano disorientati davanti a tutto questo chiasso. È giunto il momento di far chiarezza, per rasserenare il clima e ristabilire l’ordine delle cose”. “L’onorevole – replicando all’ex vicesindaco di Salerno – il cui primo atto, è stato quello di mantenere il doppio incarico, scavando fra le macerie di un’amministrazione fallimentare, quando trova un dato apparentemente positivo, prova a incantare i cittadini salernitani. La verità è che la situazione dei conti è fallimentare e, nonostante l’intervento del nostro Viceministro all’economia Laura Castelli con un gettito di 36 milioni di euro nelle casse comunali la situazione resta critica” proseguono i parlamentari. “Dopo cinque anni di governo la responsabilità di questa situazione economica dell’ente è del sindaco e della sua squadra di governo che, nell’ultimo anno, ha destinato ingenti somme per coprire le spese di alcuni settori in cui non si sono prodotti risultati rilevanti. Se queste persone dopo 30 anni sono un po’ stanche, si riposassero a questo giro” concludono i cinque stelle.

Sul fronte civico, l’avvocato Antonio Cammarota, presidente della commissione trasparenza, chiede l’intervento del Prefetto dopo il no al comizio del 30 settembre in piazza Portanova. Ha presentato ufficialmente le liste a suo sostegno anche l’avvocato Simona Libera Scocozza, supportata da ‘Attivisti per Salerno’ e ‘Terra Libera’.

Sempre venerdì sera, in piazza Flavio Gioia, alle ore 19, si presenterà la candidata sindaco Anna Maria Minotti con la lista “Abilitiamo l’autismo H24”.

Venerdì mattina, invece, alle ore 11, presenteranno programma e candidati al consiglio i “Figli delle Chiancarelle” con l’avvocato Oreste Agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.