La Ruggiero emoziona tutti con il suo intervento sul sociale: “La Regione, la Provincia, il Comune non rispondono, non sentono e non ascoltano!”

Nel salone Moka di Corso Vittorio Emanuele nel centro cittadino, “Salerno città aperta” ha ufficializzato la sua presenza accanto al candidato sindaco Elisabetta Barone e ha presentato i candidati al consiglio comunale che parteciperanno alla prossima tornata amministrativa del 3 e 4 ottobre. Tutti gli interventi sono stati costruttivi e di ampie idee. tra i tanti ha colpito molto la sensibilità e la verve di Annarita Ruggiero, tecnico educatore per ragazzi diversamente abili. E proprio sul delicato argomento che si fonda la sua proposta elettorale e la sua discesa in campo, in aiuto dei più deboli. Di seguito il suo intervento integrale:

Vivo, conosco, approfondisco i temi di cui mi faccio portavoce – ha confermato con tono deciso la Ruggiero – Dopo tanti anni, proposte…promesse, illusioni ho metabolizzato che non si può più “delegare”, ed è determinante scendere in campo in prima linea anche per “impegni” politici ! ASL -COMUNE – SCUOLA – SOCIALE Il mio contributo è per una “Riconversione” di Salerno Città Aperta; ASCOLTARE PARLARNE ATTIVARSI per Restituire DIRITTI e DIGNITA’ a tutti i cittadini, alla Disabilità, all’ Autismo. Il mio contributo è che si “APRA” si RIPRENDA il dialogo tra Cittadino e
Istituzioni ci si Attivi per le “Soluzioni e le Alternative” senza discriminazioni e forzature. Il mio invito è alla forza, al coraggio, al buon senso, alla determinazione, all’entusiasmo trascinante e incorruttibile di “Esporsi, Lottare, Attivarsi” anche scendendo in piazza al fianco dei Cittadini stremati, stanchi, senza alternative funzionali per i “VARI TEMI” e problemi, sensibilizzando i “Vertici” e veicolando informazioni chiare semplici alla portata di tutti e offrendo soluzioni e alternative…Salerno è una Città meravigliosa e va “APERTA” e “Riconvertita”. Sono Impegnata da sempre anche nel sociale, ho una visione chiara che Salerno c’è, ma da troppo, troppo tempo ci scontriamo tra le mille idee, tanti progetti, tanti buoni propositi e la cruda realtà quotidiana della Città, a Scuola, in Comune, nel Sociale.
Dobbiamo fornire protocolli, servizi, risorse, investimenti, alternative, informazioni, tavole rotonde, chiare ed efficienti ai cittadini.

Le leggi, le linnee guida, ci sono, ma poi si rallenta, si rimanda, ci si perde nei meandri della burocrazia, con l’interpretazione le autonomie e spesso si ricorre alle vie legali o alla “fuga” dalle Citta, dalla Province, dalla Regione e in casi ancor più estremi dalla Nazione. Dobbiamo offrire ai nostri figli e a noi stessi l’alternativa nella “nostra terra” nella “Nostra Città”. Ringrazio Nicolò, Mattia, Rosaria, Giovanna, Emilio, Enzo, Chiara, Licia, Viviana, Rossalla, Valerio, Mirko, ….tutti ma proprio TUTTI non elencati, che mi danno fiducia e forza. Ringrazio chi si confronterà con me e sarò onorata di collaborare in sinergia con tutti Voi.
Parallelamente Il mio Impegno è :
 Restituire dignità alla Famiglie;
 Restituire Diritti ai Cittadini per ogni tema;
 Ripristinare il confronto Cittadino Organi Competenti;
 “Ascolto Attivo”;
 Restituire Diritti alla Disabilità Asl – Scuola – Sociale – Comune;
 Programmare Progetti funzionali di Vita con le Famiglie e gli Organi competenti in coscienza, scienza, trasparenza soprattutto per l’Autismo.
Mi rivolgo a tutti i Cittadini, a tutti gli Organi di Competenza, ai miei colleghi, alla nostra Preg.ma Candidata Sindaca Elisabetta Barone a tutti i personaggi in “carica… uscenti e subentranti”…di creare aperture e risolvere i vari problemi.
Da tempo, è ormai noto anche in altre sedi, i disagi tra Comune e Asl Salerno, per i ragazzi Autistici in trattamento ABA, non sono bastate. Manifestazioni, Petizioni, Note dei Massimi Dirigenti, Mozioni Regionali, Nota del Presidente di Regione a restituire Dignità e Servizi ai pazienti e alle famiglie, ancora oggi con mille dubbi e incertezze, spesso si resta impotenti, stanchi, soli….quando lo Stato, la Regione, la Provincia, il Comune non rispondono “non sentono e non ascoltano” i Bisogni Primari, Essenziali, Fondamentali dei Cittadini. Il 9 settembre l’appuntamento è a Roma…per l’Autismo…i Nostri ragazzi, i Vostri Ragazzi Cittadini chiedono supporto soluzioni…non si può più aspettare!
Mentre Su Salerno, Vi invito a conoscere i vari progetti creati sul territorio spesso autofinanziati, e a crearne altri INSIEME per aiutarci ad integrare e includere anche i Nostri Ragazzi, i Vostri Cittadini.. in progetti di Vita funzionali con gruppo di pari. Il Mio Contributo, Impegno PER “RICONVERTIRE” Salerno è assicurare:
• Pari Opportunità
• Sensibilizzazione Territoriale
• Attivismo Civico
• Riabilitazione Sanitaria
• Riabilitazione Socio Sanitaria
• Monte ore adeguato
• Continuità di trattamento per i pazienti già in carico
• Investimento di spesa adeguato, dinamico e fluibile
• Sportello di ascolto
• Supporto alle famiglie
• Diagnosi precoci
• Assistenza Educativa Specializzata Domiciliare
• Assistenza Educativa Specializzata Scolastica
• Docenti formati in metodologie conclamate
• Percorsi Funzionali di Vita
• Progetti Inclusivi per tutti
• Personale qualificato
• Tavoli tecnici operativi con le Famiglie
• Supporto Attivo ai Cavergir
• Protocolli chiari e fattivi
• Progetti Attivi per il dopo di Noi
• Interventi precoci e intensivi
• Progetti inclusivi sociali a spunto lavorativo
• Varie ed eventuali
Solo UNITI…Insieme per Salerno Città Aperta…ci possiamo riuscire, sono TEMI CHE DOVREBBERO ESSERE LE PRIORITA’ di una città Civile perchè se sta’ “meglio” anche un Diversamente Abile stiamo bene TUTTI, in scienza, coscienza, tecnologia e buon senso, oltre alla riabilitazione e al diritto alla Cura…anche io mi oriento meglio con la cicaline ai semafori, anche io mi sento più sicura con marciapiedi fluibili, anche io sono avvantaggiata da segnaletica facilitata, anche Noi possiamo essere “facilmente Abili” e Cittadini “Aperti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *